Cannes 2015: Americana

I titoli USA più attesi sulla Croisette: da Carol di Haynes a Irrational Man di Allen
12 Maggio 2015
Festival
Cannes 2015: Americana
Carol

Carol (Todd Haynes) C

Cate Blanchett e Rooney Mara protagoniste dell’adattamento del romanzo di Patricia Highsmith, ambientato nella New York degli anni ’50 e incentrato sulla commessa di un grande magazzino che s’infatua di una elegante signora. Sembra in film-gemello di Lontano dal Paradiso (2002): anche qui gli individui e le proprie pulsioni devono fare i conti con le censure sociali dell’America puritana. Habituè dei festival, Haynes si presenta per la seconda volta in concorso a Cannes dopo Velvet Goldmine (1998). Titolo sotto l’egida della Weinstein Co., che lo distribuirà negli States il prossimo autunno.

 

The Sea of Trees

The Sea of Trees

The Sea of Trees (Gus Van Sant) C

Matthew McConaughey e Ken Watanabe interpretano due uomini che si incontrano per caso nella “Foresta dei Suicidi” in Giappone, dove entrambi si sono recati per pore fine alle loro vite. Nel cast anche Naomi Watts. E’ il film con cui Gus Van Sant ritorna a Cannes, quattro anni dopo Restless (apertura di Un Certain Regard nel 2011). Il regista americano ha già vinto la Palma d’Oro con Elephant (2003) e il Premio Speciale del 60° con Paranoid Park (2007). Aveva gareggiato anche nel 2005 con Last Days (2005).

Irrational Man

Irrational Man

Irrational Man (Woody Allen) FC

Si dice che il 45° film di Woody Allen sia tra i suoi più cupi, sulla falsariga di Match Point. Joaquin Phoenix è il professore di filosofia di un college di provincia che inizia una relazione con una delle sue allieve, Emma Stone. In America uscirà il 24 luglio con Sony Classics.

 

Sicario

 Sicario (Denis Villeneuve) C

Il regista candese è già stato tre volte a Cannes con Cosmos (1996, Quinzaine des Réalisateurs), August 32nd on Earth (1998, Un Certain Regard) e Polytechnique (2009, Quinzaine des Réalisateurs) ma mai in gara. La volta buona arriva con Sicario, crime-story con Emily Blunt, Benicio Del Toro, Josh Brolin e Jon Bernthal, sullo sfondo della guerra dei cartelli messicani della droga. Lionsgate lo farà uscire in America a settembre.

 

The Little Prince

The Little Prince

The Little Prince (Mark Osborne) FC

Il nome di Osborne non è sconosciuto a Cannes, avendo co-diretto con John Stevenson Kung Fu Panda (presentato fuori concorso nel 2008). Il suo secondo lavoro, adattamento del celebre romanzo di Antoine de Saint-Exupéry, è il più costoso film d’animazione mai prodotto in Francia (80 milioni di dollari di budget), doppiato da Rachel McAdams, Marion Cotillard, Riley Osborne, James Franco, Mackenzie Foy, Jeff Bridges e Benicio Del Toro. Di proprietà della Wild Bunch.

Inside Out

Inside Out

Inside Out (Pete Docter, Ronaldo Del Carmen) FC

Finora solo due film d’animazione hanno avuto il privilegio di gareggiare per la Palma d’Oro, Shrek e Shrek 2, entrambi della Dreamworks. Alla Pixar nel 2009 fu offerta l’apertura (fuori concorso) per Up. Ancora fuori concorso questa storia “fantasy” sulla vita emozionale di una ragazza. Negli States uscirà il 19 giugno.

Mad Max: Fury Road

Mad Max: Fury Road

Mad Max: Fury Road (George Miller) FC

Tom Hardy nel ruolo che fu di Mel Gibson in questo rimaneggiamento della saga post-apocalittica degli anni ’80. Un lavoro che ha richiesto una lunga gestazione e che porta nuovamente la firma di George Miller, autore del franchise originario. Nel cast Charlize Theron. Il film passerà a Cannes il 14 maggio, giorno in cui arriverà anche nelle sale italiane con Warner Bros.

 

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy