Box Office, Frozen 2 senza rivali

Quasi sette milioni in cinque giorni per il sequel Disney, che a livello globale è già a 738 milioni. Woody Allen al secondo posto, reggono Cetto e Polanski
Box Office, Frozen 2 senza rivali

Primo weekend eccezionale per Frozen 2 – Il segreto di Arendelle, che con 6.899.794 euro e una media di 7.121 in 969 schermi porta a casa un risultato migliore del precedente Frozen (2.379.715 euro).

Alla seconda settimana di programmazione nelle sale americane, il film è arrivato a 287 milioni di dollari per un incasso mondiale di 738 milioni. Cavalcata inarrestabile destinata a non placarsi almeno fino al periodo natalizio.

Timothée Chalamet e Elle Faning in Un giorno di pioggia a New York

Esordio positivo anche per Woody Allen: Un giorno di pioggia a New York è al secondo posto con 1.240.439 euro e una media di 3.230 in 384 sale. Tiene bene un altro grande maestro in classifica, Roman Polanski: quarta piazza per L’ufficiale e la spia, che tiene bene (721.370 euro e la miglior flessione del weekend: -41%) e si porta a un totale di 2.220.924 euro.

Al terzo posto, Cetto c’è, senzadubbiamente: i 1.115.564 euro di questo fine settimana lo portano a un totale di 4.116.785 euro, più o meno in linea con il risultato di Tutto tutto niente niente nel suo secondo weekend.

Reggono Le Mans ’66 – La grande sfida, sesto con 281.103 euro e un totale di 2.746.799 euro, e, al settimo posto, Le ragazze di Wall Street, 4.328.009 euro in tutto grazie ai 224.251 euro del weekend.

Altri due esordi in classifica. Midway è quinto con 576.769 euro e una media di 1.873 in 308 copie. Il peccato– Il furore di Michelangelo, ottiene 136.808 euro e una media di 1.121 in 122 schermi. Fuori dalla top ten A Tor Bella Monaca non piove mai, sedicesimo: 61.034 euro e una media di 1.356 in 45 sale.

Alberto Testone è Michelangelo ne Il peccato di Andrei Konchalovsky

Sul fronte cinema d’autore, da segnalare la tenitura di Parasite, ottavo: con un calo contenuto al 52%, arriva a un totale di 1.604.608 euro. È il secondo miglior incasso italiano del decennio per una Palma d’Oro, superato per il momento da The Tree of Life che chiuse nel 2011 a 2.835.196 euro.

Al box office americano, dietro il fenomeno Frozen 2, esordio sorprendente con 42 milioni per Cena con delitto, in uscita da noi il prossimo fine settimana.

Stabile il confronto con lo stesso weekend dello scorso anno: il risultato complessivo di 12.427.748 euro migliora di poco i 12.144.264 euro del 2018, quando la classifica era guidata da Bohemian Rhapsody, che all’esordio portò a casa 5.507.382 euro.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy