Berlino, che Streep!

"Abituata a comandare, non mi lascerò intimidire", dice la Presidente di una giuria "dove ci sono più donne che uomini". Ma l'apertura è tutta al maschile, con i Coen, Clooney e Tatum
Berlino, che Streep!

Spiegamento di star senza precedenti all’apertura della Berlinale 2016. Alla conferenza di stamattina la giuria ha incontrato la stampa internazionale con una promessa annunciata dalla Presidente Meryl Streep: siamo consapevoli della responsabilità che il nostro ruolo ricopre in un festival importante come questo di Berlino. Non si tratta di scegliere il film più bello per l’Orso d’Oro, piuttosto di decidere quale regista, e attori, meriteranno l’appoggio di un premio così importante per il futuro”.

È così che la conferenza stampa si è trasformata in un Meryl Streep Show, con l’icona di Hollywood affiancata, e appoggiata a ogni sospiro, dalla star inglese Clive Owen, l’attore tedesco Lars Eidinger, il celebre critico inglese Nick James, la fotografa francese Brigitte Lacombe, Alba Rohrwacher e la cineasta polacca Szumowska. Nonostante i segni del jet lag evidenti sulla maggior parte dei volti della giuria, la Streep assicura rilassata: “Saranno undici giorni di impegni intensi e, ne sono sicura, indimenticabaili. E sono felice che in questa giuria siedano più donne che uomini. È la prima volta in una giuria per me, ma posso dire solo questo: sono stata per decadi la boss di altre istituzioni, per esempio la mia famiglia. Non mi lascio intimorire facilmente”.

Per poi ammettere candida: “E’ così bello essere il boss!”. Unico momento di irritazione in conferenza stampa l’intervento di una giornalista che fa notare l’assenza di persone di colore nella giuria, o in sala. La Streep risponde con un monito: “La parola chiave di questi tempi è inclusione. E mi pare che il paese che ospita questo Festival sia ben consapevole del peso di questa parola“.

Dopo il bagno di folla che ha sorpreso la giuria all’uscita della conferenza stampa, ad aprire ufficialmente il programma il nuovo lavoro dei fratelli Coen Ave Cesare!. In conferenza stampa tutti i protagonisti, George Clooney, habitué e, nelle sue parole, “amante particolare della Berlinale”, Tilda Swinton, Josh Brolin, Alden Ehrenreich, Channing Tatum, oltre naturalmente, ai fratelli registi. È così ancora una volta è Cloonay ad aprire il sipario sulla Berlinale. E cosa c’è di meglio per un Festival del cinema di un film inaugurale che parla di cinema?

Ave Cesare! è una commedia irresistibile sull’età dell’oro di Hollywood degli anni cinquanta, con i suoi musical acqutici, i western al chiaro di luna, gli epos biblici e i melodrammi noir in ogni possibile declinazione, i suoi scandali. Una satira raffinata con il sapore di un augurio a un Festival lontano anni luce da Hollywood eppure, forse, così vicino. La cerimonia inaugurale ufficiale è stasera al Berlinale Palast alle 19:30. Tutti presenti, da Clooney alla Cancelliera. I primi passi sul red carpet però saranno quelli “della boss” Meryl Streep, accompagnata dal Direttore del Festival Dieter Kosslick.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy