ZORRO

ITALIA - 1975
Il pacifista e ben intenzionato Miguel viene ucciso misteriosamente mentre si reca ad occupare la carica di governatore della Nuova Aragona. Il suo amico Diego, un avventuriero dal passato oscuro, giura di vendicarlo e di riportare la giustizia nel territorio. Accompagnato da Joaquin, il suo servo muto, prende il posto del defunto Miguel e, ingannando con l'esibizione delle credenziali dello stesso, assume la carica di governatore, fingendosi un inetto damerino per non allarmare il sanguinario colonnello Huerta, tiranno del luogo. Con la leggendaria maschera di Zorro, don Diego interviene ovunque imperversano l'Huerta e il borioso sergente Garcia. Il popolo incomincia a ribellarsi; ma Hortensia, giovane e bella nobile del posto, viene costretta ad accettare il matrimonio con Huerta per evitare danni maggiori. Zorro interviene per l'ultima volta e, scoperto il suo vero volto, affronta direttamente Huerta che muore precipitando da una torre sotto gli occhi appagati dei villici che hanno ormai appresso a difendere da soli la propria comunità e le proprie libertà.
  • Durata: 125'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA EASTMANCOLOR
  • Tratto da: BASATO SUL TESTO DI JOHNSTON MCCULLEY
  • Produzione: MONDIAL FILM (ROMA) LES PRODUCTIONS ARTISTES ASSOCIES (PARIGI)
  • Distribuzione: TITANUS - CREAZIONI HOME VIDEO

CRITICA

Gelato misto di cappa e spada, rocambole e western, il film di Tessari piacerà ai ragazzi che non hanno ancora assorbito i fumetti sofisticati, e associano il gusto dell'impossibile al buffonesco (G.Grazzini - Cinema '75).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy