Vi presento Joe Black

Meet Joe Black

USA - 1998
Vi presento Joe Black
William Parrish, un magnate dei mezzi di comunicazione, si accinge a festeggiare il sessantesimo compleanno, circondato dalle figlie Susan, medico in ospedale, e Allison, sposata con Quince. Allison in particolare sta curando i preparativi per allestire una grande festa nella residenza di famiglia fuori città. William tuttavia è in un momento un po' confuso della propria vita e del lavoro. Un'impresa molto più potente vuole incorporare la sua azienda e a questa ipotesi è favorevole anche il suo braccio destro, il giovane Drew, fidanzato con Susan. Una sera, mentre tutti sono a tavola, si presenta alla porta di casa un misterioso giovane che dice a William di chiamarsi Joe Black e di volerlo seguire da vicino nei giorni successivi. Joe Black è la morte, arrivata ad avvertire William che la sua ora sta per giungere. Nel frattempo Joe siede a tavola con gli altri, accompagna William al lavoro, suscitando perplessità in Drew, che lo scambia per un consulente privato e molto influente. Poi Joe incontra Susan e, avendo assunto le sembianze di un giovane che lei aveva incontrato tempo prima, i due si frequentano e si innamorano. William impone a Joe di interrompere questa situazione. E intanto Joe riesce a farlo tornare a capo dell'azienda, dopo che il Consiglio d'amministrazione con un colpo di mano capeggiato da Drew, lo aveva estromesso. Arriva il giorno del compleanno e la festa è bellissima. Susan balla con il padre, poi con Joe. A un certo punto Joe e William si allontanano. Susan corre veloce verso di loro. Un ragazzo le viene incontro: è il Joe che lei aveva conosciuto al caffè.
  • Durata: 180'
  • Colore: C
  • Genere: FANTASY, ROMANTICO
  • Tratto da: ispirato al film "La morte in vacanza" (1934)
  • Produzione: MARTIN BREST PER CITY LIGHT FILMS - UNIVERSAL PICTURES
  • Distribuzione: UIP - UNIVERSAL VIDEO

CRITICA

"Insulsa e interminabile favola fantastica, nel senso di soprannaturale, di color rosa listato a lutto, inutile riedizione di un più spigliato film di oltre sessant'anni prima. Nella spettacolosa villa con piscina, tra abiti di alta sartoria, ogni scena è gonfiata fino allo sfinimento da chiacchiere di rara insulsaggine, quasi sempre messe in bocca all'inespressivo Brad Pitt. Che noia. Mortale, ovviamente". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 4 giugno 2003)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy