Vacanze di Natale 2000

ITALIA - 1999
A Cortina per trascorrere il periodo delle vacanze di Natale e fine anno, arrivano: da Roma l'avvocato Cavalli con moglie e figlia, Giada; da Milano Ettore Colombo con famiglia (il figlio Marco); da Napoli Pasquale Esposito con il nutrito seguito di parenti e accoliti, aumentato dopo che il capofamiglia ha vinto una somma esagerata al superenalotto. Ci sono poi Paolo e Roberto, due studenti che fanno i commessi nel negozio di abbigliamento di Clotilde. Paolo conosce Morena, una sciampista, e a lei fa credere di essere il figlio di Barilla, poi seguito sulla stessa strada da Roberto nei confronti di Lucy. Da Cuba arriva all'improvviso Esmeralda, amica di Colombo che lei crede scapolo. In preparazione della festa di fine anno, di fronte a una improvvisa emergenza, i Cavalli fanno arrivare da Roma Oscar, il tappezziere. Le vicende di tutti questi personaggi cominciano ad intrecciarsi e a confondersi tra equivoci, scambi di persona, inseguimenti, incomprensioni, riappacificazioni. Quando a casa Cavalli si rompe anche l'impianto idrico, la festa viene sospesa. Allora, a sorpresa, Pasquale invita tutti al rifugio Belvedere da lui preso in affitto. Mentre si brinda al Duemila, le varie situazioni rimaste in sospeso trovano la soluzione che fa ritrovare a ciascuno la giusta armonia.

CAST

CRITICA

"I film dei Vanzina adesso mettono malinconia: nel corso del tempo autori, personaggi e interpreti sono invecchiati, divenuti padri di adolescenti simili ai ragazzi che loro erano e borghesi ricchi meschini come non avrebbero mai pensato di poter essere; l'annosa ripetizione ha spento il desiderio, il divertimento, la verve e la nostalgia; la satira di costume è sparita, sostituita da una registrazione di realtà rassegnata, indifferente". (Lietta Tornabuoni, 'la Stampa', 19 dicembre 1999)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy