Un volto nella folla

A Face in the Crowd

USA - 1957
'Solitario' Rhodes, un cantastorie girovago, che ha conosciuto le prigioni dell'Arkansas, viene lanciato nel brillante mondo della radio e della TV da Marzia, una radio-reporter. Prima alla radio poi alla televisione la sfrontatezza, la spontaneità di Rhodes ottengono un gran successo e il cantastorie diventa ben presto uno dei personaggi più amati dal pubblico; la sua rinomanza è così estesa che egli riesce ad esercitare un'influenza anche nel vasto campo della vita nazionale. Ciò lo spinge ad avventurarsi nella politica, coltivando l'illusione di fondare un gran partito qualunquista. Valendosi dell'aureola di celebrità che circonda il suo nome, Rhodes ha creato una grande impresa commerciale, di cui è divenuta comproprietaria Marzia, che cerca di moderare le intemperanze del giovane. Ella è di lui innamorata; Miller, un intellettuale che lavora per la TV, ha cercato invano di indurla a rinunciare ad un affetto così mal posto. Rhodes è combattuto tra opposti desideri: nei momenti di depressione cerca l'amore di Marzia e si affida a lei; ma poi l'ambizione, la mania di grandezza lo spingono a calpestare ogni buon sentimento. Un giorno Rhodes chiede a Marzia di sposarlo: poco dopo ella apprende che è già sposato e che la moglie lo ricatta. Rhodes riesce ad ottenere il divorzio, ma per egoismo e bizzarria sposa un'altra donna, che in seguito lo tradisce. Egli la caccia e ritorna pentito da Marzia, che questa volta trova la forza di far tacere i propri sentimenti. Conscia di aver contribuito a creare un mito pericoloso, smaschera Rhodes e ne provoca la caduta. Il cantastorie vede crollare il precario edificio della propria celebrità e resta disperatamente solo.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy