TURBINE

ITALIA - 1941
Adriana, sposa e mamma felice, lascia per un breve periodo il paese dove il marito dirige una fabbrica. Durante il soggiorno in città ha occasione di incontrare il suo primo fidanzato che, alla ricerca di una vita facile, si era perduto in losche imprese. Ella consapevole del proprio dovere cerca di sfuggirlo, ma mossa a pietà dello stato in cui è ridotto il giovane, acconsente di incontrarlo per l'ultima volta prima di partire. Durante tale colloquio egli viene ucciso dai propri complici e Adriana stordita dall'avvenimento fugge dimenticando la propria borsetta. Il marito viene a conoscenza della cosa e non vuole più saperne di lei. Sennonché, mediante i buoni uffici di un sacerdote, al quale la poveretta aveva raccontato il dramma, egli riconoscerà l'innocenza della moglie e sarà felice di vederla tornare in seno alla famiglia.

CAST

NOTE

PRIMA DEL TITOLO DEFINITIVO, IL FILM ERA STATO ANNUNCIATO PROVVISORIAMENTE CON QUELLO DI "UNA DONNA SENZA NOME".
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy