TERZA IPOTESI SU UN CASO DI PERFETTA STRATEGIA CRIMINALE

ITALIA - 1972
Il fotografo Carlo, cui è capitato di ritrarre un finto incidente d'auto inteso a mascherare l'assassinio del Procuratore Anchisio, si affida, per trar profitto dalla situazione, a tal Mario Ceccarelli, alias Smirkov, alias Zio Fifì, finto maestro di danza e di canto, in realtà produttore di pornofumetti. Dopo vari tentativi con un capomafia italo-americano, le fotografie sono vendute per venti milioni ad un settimanale, ma al momento dello scambio l'inviato del settimanale è ucciso e le fotografie con i negativi finiscono nelle mani del misterioso assassino. I milioni sono divisi fra Zio Fifì, Carlo e la sua amante, Olga. Per una distrazione di questa c'è stato uno scambio di negativi, e alla ricerca di quelli buoni si mette il misterioso assassino che uccide Zio Fifì e manda Olga a morire in ospedale. Finalmente decisosi a ricorrere alla polizia, Carlo fa da esca per una trappola dove incappa il colpevole di tutti i misfatti, che è proprio il direttore del settimanale, che è coinvolto in traffici di droga e altre attività illegali.
  • Durata: 92'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA EASTMANCOLOR
  • Produzione: CASTOR FILM PRODUCTIONS
  • Distribuzione: REGIONALE
  • Vietato 14

CRITICA

"Il giallo, complicato, intricato e ben raccontato secondo i canoni del genere, è ricco di tensione quanto basta per alimentare l'interesse dello spettatore. Privo di intenzioni tematiche, fine a se stesso, il film sarebbe accettato se non intervenissero a squilibrarlo ed a renderlo moralmente negativo una serie di situazioni e scene dove il malgusto degrada in atrocità ed erotismo affatto gratuiti." (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy