Solo per te, Lucia

ITALIA - 1952
L'annunciatrice radiofonica Lucia Dominici è una ragazza madre. Il papà del piccolo Roberto è morto e lei cerca di nascondere a tutti la sua condizione. Quando Mario, uno dei suoi colleghi, inizia a farle la corte, Lucia, che ha paura di confessare la verità, chiede di essere trasferita a Torino. Per trattenerla a Roma, Mario fa in modo che venga chiamata per un provino in televisione. Benché sia stata scelta, Lucia però rifiuta il contratto televisivo preferendo lasciare Roma. Poco prima della partenza, però, Roberto sfugge al controllo della cameriera ed esce non visto di casa. Sarà un vigile a portarlo alla sede della radio in cerca di Lucia ed è così che Roberto saprà la verità...

CAST

NOTE

- L' ATTRICE NEDA NALDI, ANCHE SCRITTICE, QUI E' IN VESTE DI SOGGETTISTA. SARA' IL SUO ULTIMO CONTATTO CON IL CINEMA MA CONTINUERA' A LAVORARE IN TEATRO E IN TELEVISIONE.

CRITICA

"La modestia, grazie al cielo, sostiene 'Solo per te, Lucia', un filmetto di Franco Rossi, che immagino sia stato favorito e magari sovvenzionato dalla Radio Italiana, di cui costituisce una implicita pubblicità. La prima parte del film, dedicata ad illustrare i retroscena e il fitto intrico di trasmissioni viste di 'tra le quinte' co occhio talora scanzonato, non manca di sapore. Poi il raccontino (...) denuncia fragilità e convenzionalità, rischia di impantanarsi, ricorre per irrobustursi a discutibili e divagatori 'exploits' di varie orchestre e cantanti 'leggeri'. Alla fine, tuttavia, l'equilibrio si riaccomoda, grazie a qualche piccola trovatina". (Giulio Cesare Castello, "Cinema", 108, 30 aprile 1953).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy