Natale in Sud Africa

ITALIA - 2010
Carlo è in vacanza in Sudafrica per passare giorni felici con la seconda moglie Susanna, ma si troverà costretto a condividere il soggiorno con l'amato-odiato fratello Giorgio, che in passato gli ha portato via i soldi e la moglie Marta ed ora è a sua volta alle prese con una truffa, ma ai suoi danni.
Il noto chirurgo Massimo Rischio e il ricco macellaio toscano Ligabue, detto Bue, Due hanno l'hobby della caccia grossa e per Natale decidono di regalarsi una vacanza-safari. Insieme ai rispettivi figli - Laura e Vitellozzo, da sempre fidanzatini - i due partono alla volta della Savana, dove si dedicheranno alla loro attività preferita. Tuttavia, invece di inseguire leoni e gazzelle, Massimo e Bue si troveranno a dare la caccia ad Angela, un'affascinante entomologa italo-argentina arrivata in Sudafrica sulle tracce del mitico Lepidotterus Ceruleus Paradisiacus.

CAST

CRITICA

"Il vero cinepanettone, confezionato da lustri da Aurelio De Laurentiis, è veramente come il dolce delle feste da cui ha preso il soprannome. Unico, inimitabile, doc. A suo modo un'eccellenza italiana. Di fronte a un'operazione pressoché perfetta commercialmente (con tanto di aggiornamento di bunga-bunga) poco importa analizzare criticamente il grado zero della comicità proposta che gioca, quasi ossessivamente, su un solo orifizio. Belen è bellissima, Ghini e Panariello insieme funzionano molto bene, De Sica con Max Tortora un po' meno, Laura Esquivel e il suo 'Mondo di Patty' per niente. Ma nessuno se ne accorgerà." (Piero Armocida, 'Il Giornale', 17 dicembre 2010)

"Un film per famiglie quello di quest'anno, per la prima volta presentato in anteprima alla stampa, con un'anima più soft rispetto alle passate battute di sesso e volgarità. Se De Sica e Tortora sono due esilaranti fratelli in conflitto (nel primo episodio), Belen appare al massimo in tanga e reggiseno nella seconda parte: interpreta una entomologa a-caccia di una rarissima farfalla ed è corteggiata da un macellaio (Panariello) e un chirurgo (Ghini). Tra le mille avventure del singolare trio anche quella di essere catturati dai selvaggi che 'praticano' il bunga-bunga." (Dina D'Isa, 'Il Tempo', 17 dicembre)

"In 'Natale in Sudafrica' il mattatore è come sempre Christian De Sica, che dopo il ruolo in 'The Tourist' è stato ammirato in America e chiamato dalla Sony, Massimo Ghini, Giorgio Panariello e un regista, Neri Parenti, che da anni non sbaglia un colpo e punta a una nuova storia al Bunga-Bunga, con 'bamboccioni' un po' immaturi che si rubano le ragazze e le mogli diventando lo specchio di una società confusa. Le donne? Più intelligenti e meno spogliate. Ci può essere un titolo più promettente (al botteghino) di 'Natale in Sudafrica'? Anche se la battaglia si annuncia difficile perché scendono in campo (dal 17) gli americani con 'TheTourist', Aldo Giovanni e Giacomo con 'La Banda dei Babbi Natale' e si incastra Silvio Muccino (il 21) con 'Un altro mondo', un produttore come De Laurentiis, che da anni vince al box office, non deve preoccuparsi della concorrenza." (Annamaria Piacentini, 'Libero, 17 dicembre 2010')
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy