LA FRECCIA NEL FIANCO

ITALIA - 1944
Durante un concerto Nicoletta, moglie dell'Ingegner Barbano, ritrova il celebre pianista Bruno Traldi. Dieci anni prima era nata tra i due un'amicizia che inconsapevolmente si era trasformata in amore, poi il destino li aveva divisi. Al nuovo incontro la donna si sente attratta verso il giovane artista e lotta contro un sentimento che sembra rinascere irresistibile dai ricordi del passato. Il marito si accorge che i due si amano e che nulla egli può fare per opporsi, sconvolto dalla gelosia, decide di fuggire. Nicoletta cede fatalmente nelle braccia dell'amante e i due decidono di partire insieme. Ma Bruno, impegnato in una serie di concerti sembra volersi sottrarre a un legame che limita la sua libertà. Allora Nicoletta lo lascia partire solo e credendo di non potersi più far perdonare dal proprio marito, si toglie la vita.

CAST

NOTE

LE RIPRESE DEL FILM, GIRATO IN ESTERNI A ARSOLI (ROMA) E A CINECITTA', FURONO INTERROTTE DALL'8 SETTEMBRE E IL FILM FU TERMINATO DAL REGISTA MARIO COSTA (NON ACCREDITATO) E USCI' NELLE SALE NEL 1945.
TINA LATTANZI APPARE NEI TITOLI MA IL SUO PERSONAGGIO FU TAGLIATO IN MONTAGGIO, MA DOPPIA ALANOVA, GUALTIERO DE ANGELI DOPPIA GALEAZZO BENTI, AMILCARE PETTINELLI DOPPIA EMILIO PETACCI.
COSTUMI DI GINO BROSIO. - MUSICHE DIRETTE DA UGO GIACOMOZZI.

CRITICA

"ll film è di uno dei nostri giovani meglio dotati, Alberto Lattuada, che qui sembra aver rinunciato a parecchie ambizioni, per tendere a una regia soltanto attenta e sicura. Alle prese con i due protagonisti il giovane regista non ha saputo fare dei suoi due attori due interpreti: particolarmente la Lotti, eccettuato un suo ultimo primo piano, non è attrice da sostenere un personaggio ambiguo e artificioso come questo." (Mario Gromo, "La Nuova Stampa", 4/11/1945)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy