LA CORRUZIONE

ITALIA - 1963
Stefano, un adolescente sensibile e timido, medita di farsi prete per sfuggire al mondo corrotto che lo circonda. Fingendo di assecondarlo, suo padre, un grande editore, lo convince a compiere una crociera. Sul panfilo Stefano conoscerà Adriana, una ragazza arrivista, la quale, spinta dall'editore, farà in modo di far innamorare di sé il ragazzo. Sconvolto dalla sua prima esperienza sentimentale, Stefano rinuncerà ai suoi progetti e, convinto d'aver superato la crisi della propria adolescenza, entrerà nell'azienda paterna. Qui avrà modo di conoscere la vera personalità del padre: un uomo arido e freddo, fondamentalmente egoista. I dubbi ed il senso di ribellione risorgeranno allora nell'animo di Stefano nuovamente combattuto tra l'amara realtà di un mondo mediocre e corrotto e l'intima aspirazione ad esprimere la generosità e la sincerità della sua giovinezza.

CAST

NOTE

- ESTERNI GIRATI A MILANO E COMO.

- LO SCENOGRAFO E COSTUMISTA MAURIZIO CHIARI E' ACCREDITATO COME MAURIZIO SERRA CHIARI.

- PREMIO FEDERAZIONE NAZIONALE DEI CINECLUB AL XII FESTIVAL DI SAN SEBASTIAN (1964).

- REVISIONE MINISTERO MARZO 1993

CRITICA

"Il film risente di un fondamentale squilibrio tra la sostanza profondamente e dolorosamente umana e la forma troppo fredda e calligrafica. Da ciò deriva l'inconsistenza psicologica dei personaggi ai quali invano i pur bravi interpreti tentano di dare credibilità e calore. Alla preziosità formale del film hanno dato il loro contributo una fotografia di prestigiosa qualità ed un suggestivo commento musicale."
(Segnalazioni cinematografiche, vol.55, 1964)

"Va soggiunto che Bolognini (senza nulla sottrarre ad attori come Cuny e Perrin) ha avuto il merito di inventare una Schiaffino nuova (si può dire che la vediamo e sentiamo recitare per la prima volta...) "
(G.C. Castello, "Il Punto", dicembre 1963)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy