Il ragazzo sul delfino

Boy on a Dolphin

USA - 1957
Il ragazzo sul delfino
Fedra è una giovane pescatrice di spugne che vive nell'isola di Hydra, nell'arcipelago greco. Un giorno, mentre compie un'immersione, Fedra s'imbatte in un oggetto, che, riportato alla superficle, risulta essere un frammento di statua antichissima raffigurante un fanciullo che cavalca un delfino. Il medico del luogo s'interessa alla scoperta e, effettuate le ricerche del caso, accerta che si tratta di una statua d'inestimabile valore che un vascello diretto al Santuario di Delfo, naufragato duemila anni prima in quel punto, aveva trascinato con sé nelle profondità marine. Per trarre qualche profitto dalla sua scoperta Fedra si reca ad Atene e ne parla ad un giovane archeologo americano, James Calder, che dapprima solleva qualche dubbio, ma poi, convintosi della serietà della cosa, promette di adoperarsi perché il prezioso cimelio possa essere conservato e sistemato nel miglior modo. La notizia del fortunato rinvenimento arriva anche a Parmalee, un ricco signore, ben noto a Calder, in quanto si è impossessato abusivamente di opere d'arte di gran valore, rintracciate in varie regioni, ricavandone somme notevoli. Con la promessa di lauti compensi Parmalee convince Fedra ad assecondare i suoi piani, rendendo infruttuosa l'attività di Calder. Intanto l'avventuriero, con l'aiuto del medico e di un pescatore, decide di trafugare la statua. Ma Fedra, dopo un colloquio con Calder che la rimprovera e le dichiara il suo amore, si pente e si adopera per impedire il furto. Fermato dalla polizia, Parmalee può cavarsela a buon mercato in quanto il furto non è ancora avvenuto. La statua, ch'era stata nascosta sotto la chiglia di un battello, vien riportata nel porto dai pescatori. James e Fedra, riconciliati, saranno felici.
  • Durata: 111'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: 35 MM, CINEMASCOPE, DE LUXE
  • Tratto da: romanzo di David Divine
  • Produzione: 20TH CENTURY FOX
  • Distribuzione: FOX - 20TH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT

CRITICA

"Il film ha chiari intenti commerciali. Regia normale, recitazione mediocre, la vicenda risulta convenzionale e piuttosto lenta nel suo svolgimento. Bella la fotografia." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 41, 1957)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy