IL FIGLIO DELLO SCEICCO

ITALIA - 1978
Il vecchio e malandato sceicco Abdul ed-Karim è triste poiché, privo di eredi dovrà lasciare il suo Qumdar all'intrigante fratello Scioltan. Il fido consigliere Mahadi però, frugando in vecchie carte, scopre che a Roma, soggiornando presso il Grand Hotel lo sceicco ha avuto un figlio dalla cameriera Ines Pennacchioni: Luigi Abdulio. Della situazione intanto cercano di approfittare due società petrolifere rivali che, individuato il rampollo di Abdul, inviano rispettivamente Hamilton Bruger, con il compito di eliminarlo, e Rita Kolman con l'incarico di portarlo nel Qumdar. Luigi Abdulio, da anni in lotta per ottenere l'assegnazione di una pompa di benzina, si lascia convincere da Rita, benché riluttante. Il giovanotto giunto presso lo sceicco, viene fatto oggetto di numerosi attentati da parte degli emissari di Scioltan; ma ne esce indenne grazie a rocambolesche fughe. Quando però s'avvede che lo sceicco non sposerà mai la Pennacchioni, stanco di tante avventure, Luigi Abdulio se ne torna a Roma, pago detta ottenuta licenza per l'apertura di una stazione di servizio.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy