I Tartari

ITALIA - 1961
I Tartari
Oleg, al comando dei Vichinghi, si reca insieme a suo fratello Eric nell'accampamento dei Tartari dove li attende il loro capo, Togrul. Questi vorrebbe istituire un'alleanza con i Vichinghi per contrastare l'avanzata degli Slavi. Quando però Oleg rifiuta, Bodrul lo attacca, cercando di ferirlo con le sue armi, ma è lui ad avere la peggio e a soccombere. Gli succede suo fratello Burundai, assetato di vendetta anche perché sua figlia Samja è prigioniera dei Vichinghi e vorrebbe scambiarla con Helga, la sposa di Oleg, sua prigioniera. Al momento dello scambio, però, Burundai violenta Helga e lei, per l'onta subita, tenta di suicidarsi. Oleg prova in ogni modo a salvarla e, venuto a conoscenza della verità, vorrebbe vendicarsi su Samja. Suo fratello Eric però lo ferma confidandogli di essere innamorato della prigioniera, che aspetta un figlio da lui. La battaglia è imminente e non ci sarà scampo se non per...
  • Altri titoli:
    Les Tartares
    The Tartars
  • Durata: 89'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: TOTALSCOPE, TECHNICOLOR
  • Produzione: LUX FILM (ROMA), DUBRAVA FILM (ZAGABRIA)
  • Distribuzione: LUX FILM - GOLDEN VIDEO

NOTE

- ESTERNI GIRATI IN JUGOSLAVIA.

CRITICA

"L'accostamento tartari-vichinghi non poteva sortire che motivi di selvaggia violenza: questo è, appunto, il tema sviluppato da Ferdinando Baldi (per la versione italiana) e Richard Thorpe trattandosi di una coproduzione italo-jugoslava. Le maschere di Orson Welles e Victor Mature fanno il resto, pigmentando di truculenza i personaggi della barbara vicenda. (...) Film eminentemente spettacolare, a colori e schermo grande [...]". (Giacinto Ciaccio, "Rivista del Cinematografo", n. 6 giugno 1961).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy