I sette fratelli Cervi

ITALIA - 1967
I sette fratelli Cervi
Aldo Cervi, allontanatosi dal cattolicesimo dopo aver conosciuto, nel carcere di Reggio Emilia, il comunista Ferrari, si fa promotore fra i suoi sei fratelli della resistenza al fascismo. Conosciuta la prima attrice di un teatrino viaggiante, Lucia Sarzi, che è in realtà, un membro del movimento antifascista clandestino, Aldo si lega politicamente alle sue idee. Da questo incontro, tutti i Cervi traggono impulso a partecipare ancor più attivamente alla lotta. Mentre i genitori ospitano in casa loro ex prigionieri alleati, braccati dai tedeschi, Aldo va in montagna, con un gruppo di altri partigiani. Tornato momentaneamente a casa, egli è catturato, con i suoi fratelli, dai fascisti. Alla fine del dicembre '43, nel poligono di Reggio Emilia, ha luogo l'esecuzione dei sette fratelli.
  • Durata: 90'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: EASTMANCOLOR
  • Tratto da: basato sul libro di Alcide Cervi e Renato Nicolai
  • Produzione: ALBERTO MORETTI PER CENTRO FILM
  • Distribuzione: CIDIF (1968) - RICORDI VIDEO, SAN PAOLO AUDIOVISIVI

CRITICA

"C'era tutto. C'era un grande tema popolare. C'erano, a farlo, uomini che possedevano spirito per capirlo e bravura per realizzarlo (...). Allora, cosa manca? (...) Manca l'afflato, quel qualcosa di indefinibile, di inafferrabile che nell'opera di cinema (...) arriva non si sa da dove all'ultimo momento, e per cui tutti i doni dell'intuizione creativa cadono contemporaneamente nell'opera viva (...) Si direbbe che nel trasferimento in immagine tutto si sia contemporaneamente generalizzato e dissecato. (...) Forse, non so, Puccini ha avuto paura dell'enfasi epica, della retorica." (Filippo Sacchi, 'Epoca', 17 marzo 1968)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy