HA FATTO 13

ITALIA - 1951
Veneranda, produttore cinematografico, spiega come si mette insieme un film, senza un piano preciso. La trama è su per giù questa: Mario Rossi, industriale alla vigilia del fallimento, vince alla Sisal una forte somma con l'unico tredici della settimana; ma non può incassarla senza esporsi alle richieste dei creditori che assorbirebbero l'intera vincita. E allora che fare? Non c'è salvezza: l'unica soluzione è il suicidio. Niente affatto, dice Veneranda, la soluzione c'è. Ci sono tanti Mario Rossi nella vita: sarà facile trovarne uno che, verso modico compenso, si presti a rappresentare il personaggio del vincitore. Si trova infatti un povero scribacchino, che sta per essere licenziato; ma appena si sparge la voce che ha fatto un tredici, il poveretto diventa il bersaglio d'un esercito di sollecitatori. Pseudoinventori, direttori di compagnie di riviste, ignote zie, cuginette all'assalto del cugino milionario. Il vero Mario Rossi è nei guai: La fidanzata è gelosa delle cuginette, il principale non lo licenzia, ma l'associa alla ditta ... Mario Rossi crede di sognare, ma ad un certo punto Veneranda vien fuori a dire che non va bene e che bisogna da capo ...

CAST

CRITICA

"Evidentemente ideato come un nuovo tipo di film brillante, ma in realtà infarcito di pretese originalità di stile e diespressione, questo film lascia molto a desiderare in fatto di trovate, di sceneggiatura e di realizzazione (...)". (A. Albertazzi, "Intermezzo", n. 6 del 31/3/1954).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy