DONATELLA

ITALIA - 1956
Donatella, figlia di un rilegatore di libri, trova un giorno la borsetta di una ricca signora americana e si reca da lei per restituirgliela. Col suo modo di fare la fanciulla si guadagna subito la fiducia della ricca signora che, essendo in procinto di partire per New York, le propone di rimanere nella sua villa, in qualità appunto di persona di fiducia, durante la sua assenza, che durerà alcune settimane. Si tratta di un lavoro non grave e ben retribuito e Donatella accetta di buon grado la proposta. Nell'esercizio delle sue funzioni la ragazza ha occasione di fare la conoscenza di Maurizio, un amico della signora; i due si rivedono e tra loro nasce una reciproca simpatia. Maurizio crede che Donatella sia un'amica della signora assente: quando scopre qual è in realtà la condizione sociale della ragazza, concepisce il sospetto che Donatella si dia da fare per conquistarsi un ricco marito. Per smascherarla, le chiede di sposarlo. Donatella respinge la proposta, facendo presente a Maurizio la sua vera condizione; dopo di che ella lascia la villa, rinuncia al lavoro e ritorna a casa sua. La ragazza ha un fidanzato, un certo Guido, occupato presso un distributore di benzina. Nell'animo di costui i rapporti tra Donatella e Maurizio, erroneamente interpretati, hanno destato ingiusti sospetti. Il padre di Donatella prega Maurizio di spiegare a Guido qual è stata la vera natura di questi rapporti. Donatella assiste, non vista, al colloquio tra i due e si rende conto che Maurizio è seriamente innamorato di lei. Guido, da parte sua, non intende opporsi a questo amore e Donatella, felice, può abbracciare il suo Maurizio.

CAST

NOTE

AIUTO REGISTA: MAFFEI MARIO
ORSO D'ARGENTO PER LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE FEMMINILE AL FESTIVAL DI BERLINO 1956 A ELSA MARTINELLI

CRITICA

<<(...) Si tratta di un film senz'altro piacevole al quale si può forse rimproverare un eccesso di ottimismo. La sceneggiatura è buona, il dialogo è vivace e l'interpretazione appare curata e sorvegliata>>. (A. Albertazzi <>, 20/21,15/11/1956).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy