Diamond 13

Diamant 13

FRANCIA - 2009
1/5
Diamond 13
Mat, veterano poliziotto della 13ma divisione, una sera riceve una chiamata di aiuto dal suo collega e amico di sempre Franck Novak, agente infiltrato che sta indagando su un importante traffico di droga in cui sono coinvolti anche alcuni alti gradi della polizia e dello Stato. Tuttavia, Mat rifiuterà di soccorrere l'amico che finirà per farsi ammazzare. La morte di Franck risveglierà in Mat un sentimento di vendetta che gli farà perseguire un solo ed unico obiettivo: trovare gli assassini del suo migliore amico...
  • Durata: 98'
  • Colore: C
  • Genere: THRILLER
  • Specifiche tecniche: SUPER 35 STAMPATO A 35 MM (1:2.35)
  • Produzione: MK2 PRODUCTIONS, ARTÉMIS, SAMSA FILM, LIAISON CINÉMATOGRAPHIQUE, RTBF
  • Distribuzione: MOVIEMAX (2010)
  • Data uscita 5 Marzo 2010

RECENSIONE

di Boris Sollazzo
Gérard Depardieu, nell'ultimo decennio, si è dimostrato decisamente migliore come produttore di vini che come attore. Gli unici guizzi avuti li deve alla coppia con Daniel Auteuil, diretta da Olivier Marchal nel noir poliziottesco alla francese 36 Quai des Orfèvres. Quel suo fisico pesante e ormai parossistico da Obelix, quella sciatteria arrabbiata, solo al polar più cupo potevano adattarsi. Con morbida e cinica ferocia.
Ecco perché un film in cui Marchal è produttore e attore, faceva pensare a un buon terreno di caccia per l'ingombrante istrione transalpino. Ma alla macchina da presa c'è Gilles Béhat, e si sente. Ne esce un poliziotto scorretto e presunto corrotto, è vero, ma troppo prevedibile, così come tutti gli altri stereotipi del genere, dai compagni di viaggio - amici e nemici - fino alla donna fatale (Asia Argento). La sensazione di già visto viene combattuta con una sceneggiatura ingarbugliata e caotica, che mette in difficoltà e in affanno attori e spettatori, in cui persino le citazioni, cinematografiche e letterarie, sono confuse e dove infine le splendide facce da noir del cast (i Marchal, Anne Coesens, la splendida Aissa Maiga) non trovano il regista che sappia amarli e maltrattarli come si deve al genere.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy