Cartoni animati

ITALIA - 1998
In un immaginario Villaggio Felice, sorta di bidonville dove vivono famiglie povere e solitari emarginati, arriva Salvatore, nipote di quel Totò che tanti anni prima aveva fatto volare sulle scope tanti poverelli nel cielo di Milano. Salvatore porta con sé alcune boccettine colorate, e le offre agli abitanti: dentro ci sono pozioni particolari, che fanno vivere come reali tutti i sogni più impossibili. Tra quelle persone c'è Peppe, che vive in un grande cartone. Maria lo vede e si avvicina, convinta che sia il suo fidanzato morto sotto una macchina quando si accingeva ad entrare in chiesa dove lei l'aspettava per sposarsi. Peppe vorrebbe liberarsi di Maria, ma lei non lo lascia. Un giorno una multinazionale giapponese acquista quei terreni per costruirvi un centro commerciale, e in cambio regala un appartamento a ciascun abitante. La gente è felice, ma, poco dopo, da una casa all'altra escono urla, grida, improperi. Fuori dal Villaggio é finita l'armonia. Peppe e Maria, che erano rimasti senza casa, sono convinti da Salvatore a sognare di sposarsi e a passare la vita insieme. Salvatore sale di nuovo sulla povera imbarcazione con la quale era arrivato. Non sa dove andrà, ma invita tutti a seguirlo.

CAST

NOTE

- IL FILM E' STATO REALIZZATO ANCHE CON IL CONTRIBUTO DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO, DIPARTIMENTO DELLO SPETTACOLO.

- LA POESIA 'LA DONNA IDEALE' E' DI CHARLES BUKOWSKI

- TEATRI DI POSA: ARALDO DI ROMA.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy