18 anni tra una settimana

ITALIA - 1991
18 anni tra una settimana
Lasciata la madre e la sua casa borghese, la diciottenne Samantha - tipo irrequieto - offre un sera un passaggio in automobile a Paolo, appena reduce da un tentativo di rapina in una farmacia di una città di provincia non lungi da Napoli. Il suo coetaneo, insieme ad altri balordi, vive di piccoli espedienti, studia per modo di dire ed è un fanone che, fra bar e discoteche, nutre però ambizioni di successo, quattrini e bella vita. Tra i due scoppia fulmineo l'amore e, dato che Paolo è in fuga, Samantha decide d'impeto di stare insieme al ribelle. Ma il ragazzo, che già ha un fratello in carcere, precipita sulla china dei rischi e delle malefatte: un camorrista locale (Nicola, amico del detenuto) lo prende con sè, riempiendogli la testa di chiacchiere e di pessime idee e Paolo si trova coinvolto in un losco affare, per l'asta di un grande terreno vicino al mare, che Nicola ha deciso di far suo per una speculazione edilizia. Lo contrasta don Tomasino, capo camorrista riconosciuto e spregiudicato, che quel terreno vuole per sè e che fa uccidere dai suoi sicari un amico di Nicola (che all'asta deve partecipare per conto di questi), nonchè la moglie. Don Tomasino per vendetta di Nicola come mandante, finisce seviziato, sgarrottato e distrutto in un cassone di acido, mentre Samantha, esasperata e impaurita, lascia il suo ragazzo e denuncia Nicola alla polizia. Frattanto Paolo e i balordi che lo seguono fanno una irruzione notturna nell'autosalone di proprietà di Nicola e, nella sparatoria con gli scagnozzi di costui, il camorrista viene ucciso dal ragazzo. Ma questa violenza determina un'altra vittima: Samantha.
  • Durata: 98'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA A COLORI
  • Produzione: RCS PRODUCTION, IMMAGINAZIONE, RAIDUE
  • Distribuzione: WARNER BROS. ITALIA (1992)

CRITICA

"La pecca maggiore del film sta nello script, che incerto sui punti da colpire pendola di qua e di là civettando con quanto di più convenzionale possa venire in mente." (Francesco Bolzoni, L'Avvenire)

"Solo nel finale il film sembra trovare l'ispirazione giusta. "18 anni tra una settimana" è dedicato soprattutto alle fan di Kim Rossi Stuart (il principe della favola televisiva "Fantaghiro") che qui vediamo spesso piuttosto discinto." (Gabriella Giannice, Il Giornale) I

"Il copione riesce appena a delineare sul lo sfondo di un paesaggi sociale sbiadito il ritratto di due sconsiderati nella pallida interpretazione di Simona cavallari e Kim Rossi Stuart." (Alessandra Levantesi, La Stampa)

"18 anni tra una settimana è un film cronaca di stile un po' televisivo, che riapre, senza porre netti confini tra m le e bene, alcune ferite italiane, e illustra gli abissi di solitudine, disgregazione e ignoranza delle nuove generazioni." (Maurizio Porro, Il Corriere della sera)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy