Massimo Gaudioso

NAPOLI (Italia), 1958
 

BIOGRAFIA

Massimo Gaudioso
Regista, sceneggiatore, attore. Lavora dall'83 al 95 come copywrighter, regista di documentari, spot, video, sigle e programmi televisivi. Nel 1995 scrive e gira il cortometraggio "Il caricatore" insieme ad altri due giovani registi, Fabio Nunziata ed Eugenio Cappuccio, che ottiene il Premio del pubblico dei giovani al Festival di Locarno. Il cortometraggio diventa film nel 1996 e vince numerosi riconoscimenti tra cui il Premio Holden per la sceneggiatura al Festival di Torino, il premio Casa Rossa a Bellaria come miglior film indipendente italiano dell'anno, la targa d'oro Anec e il Ciak d'oro come migliore opera prima, il Sacher d'oro per la produzione. Insieme ai due colleghi gira nel 1997 "Un caso di forza maggiore" tratto dal racconto omonimo di Massimo Bontempelli e nel 1999 "La vita è una sola". Ottiene nel 2003 assieme ad Ugo Chiti e Matteo Garrone il David di Donatello per la sceneggiatura de "L'imbalsamatore" (2002). E' autore del soggetto e della sceneggiatura del film "Primo amore" di cui è regista lo stesso Garrone.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy