Helena Bonham Carter

GOLDERS GREEN, Londra (Gran Bretagna), 26 Maggio 1966
 

BIOGRAFIA

Helena Bonham Carter
Attrice . Di nobili origini, vanta titolate parentele e il suo bisnonno Herbert H. Asquith è stato Primo Ministro inglese. Figlia di Raymond Bonham Carter, banchiere, e Elena Propper de Callejón, psicoterapeuta, trascorre un'infanzia molto travagliata a causa dei motivi di salute dei genitori. Sua madre, infatti, viene colpita da una forte depressione quando lei ha solo 5 anni. A tredici anni, invece, assiste alla paralisi del padre dopo un intervento chirurgico al cervello. Durante la permanenza del padre in ospedale, la giovane Helena vince un concorso di poesia nazionale ed utilizza i soldi del premio per apporre la sua foto in un catalogo per un casting pubblicitario. Subito dopo assume un agente per entrare nel mondo dello spettacolo, anche se la sua famiglia vanta illustri predecessori nel campo come lo zio Anthony Asquith, regista dei film "Pigmalione" (1938, con Leslie Howard) e "L'importanza di chiamarsi Ernesto" (1952). All'età di 16 anni si esibisce nella parte di Giulietta alla scuola di Westminster e l'anno successivo, nel 1983, arriva il primo ingaggio importante nella mini-serie televisiva "Un giardino di rose", diretta da Lawrence Gordon Clarke e tratta da un romanzo di K.M. Peyton. Nel 1984 approda al cinema direttamente con un ruolo da protagonista nel film "Lady Jane" di Trevor Nunn. L'anno successivo si guadagna il successo di critica e pubblico grazie al ruolo di Lucy Honeychurch nel celebre film "Camera con vista" (1985) di James Ivory. Torna poi alla televisione, questa volta negli Stati Uniti, per interpretare due episodi della serie "Miami Vice". Da quel momento viene ingaggiata in molte produzioni di Hollywood tra cui "Frankenstein di Mary Shelley" (1994) di Kenneth Branagh (con cui avrà una relazione tra il 1994 e il 1999), "La dea dell'amore" di Woody Allen e "Fight Club" (1999) di David Fincher dove interpreta in modo straordinario il ruolo della nevrotica Marla Singer. Con l'interpretazione di Kate Croy in "Le ali dell'amore" (1997) di Iain Softley ottiene la candidatura all'Oscar come migliore attrice protagonista. Dal 2001 ha una relazione sentimentale con il regista Tim Burton, da cui ha i figli Billy Ray, nato nel 2003, e Nell, nata nel 2007. Dalla loro unione nascerà anche un lungo sodalizio artistico che la vedrà interprete del ruolo di Ari nel remake de "Il pianeta delle scimmie" (2001) e poi successivamente nel doppio ruolo della strega e di Jenny in "Big Fish - Le storie di una vita incredibile" (2003), sarà poi Mrs. Bucket ne "La fabbrica di cioccolato" (2004) e doppiatrice nel film di animazione "La sposa cadavere" (2005) e infine co-protagonista accanto a Johnny Depp nel musical "Sweeney Todd: Il diabolico barbiere di Fleet Street"(2007). Nello stesso anno interpreterà il ruolo di Bellatrix Lestrange nel film "Harry Potter e l'ordine della fenice" (2007) e sarà confermata nello stesso ruolo anche per i successivi "Harry Potter e il principe mezzosangue" (2009) ed "Harry Potter e i Doni della Morte". Sempre nel 2009 interpreterà la dottoressa Serena Kogan nel film "Terminator Salvation". Tra le altre cose, nel 2006 è stata chiamata come giurata al Festival di Cannes.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy