Frances McDormand

Illinois (USA), 23 Giugno 1957
 

BIOGRAFIA

Frances McDormand
Attrice. Una delle poche disposte a rinunciare al glamour in favore della caratterizzazione realistica dei suoi personaggi. Frances McDormand è capace di infondere profondità e originalità ad ogni tipo di ruolo, si tratti di uno sceriffo incinta, un'adultera dalla mente intorpidita o una commessa omosessuale in un negozio di scarpe. La sua versatilità l'ha resa una delle attrici più stimate ad Hollywood. Figlia di un ministro del culto, ha studiato al West Virginia Bethany College e alla Yale Drama School, facendo la gavetta in numerose produzioni teatrali. Nel 1984 fa il suo debutto sullo schermo in "Sangue facile" dei fratelli Coen, cominciando così un sodalizio con i due registi che si è successivamente consolidato, e sposando lo stesso anno Joel Coen. Sebbene le critiche per la sua interpretazione siano state positive, devono passare quattro anni prima che riesca a lavorare di nuovo in un ruolo importante. Anni nei quali interpreta piccoli ruoli o cammei come in "Arizona junior". Nel 1988 ottiene una nomination agli Oscar per la sua interpretazione della moglie di un membro del Ku Klux Klan che testimonia contro uno di loro in "Mississippi Burning" di Alan Parker. Succcessivamente appare in "Darkman", "L'agenda nascosta" e "America oggi" di Altman, ma è con "Fargo" che vince l'Oscar come migliore attrice nel 1996. Nel 1997 lavora in "Paradise Road" e nel 1998 si cimenta in una commedia per bambini, "Madeline". Per "Quasi Famosi" del 2000 ottiene la nomination come miglior attrice non protagonista ai Golden Globe, allo Screen Actors Guild, ai Bafta e agli Oscar.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy