Claudio Amendola

ROMA (Italia), 12 Febbraio 1963
 

BIOGRAFIA

Claudio Amendola
Attore. Figlio dell'attore e doppiatore Ferruccio e della doppiatrice Rita Savignone, fin da piccolo si muove nei set cinematografici in cui lavora suo padre ereditando la passione per il mezzo e per i personaggi "semplici". Il suo debutto davanti alla macchina da presa avviene a 19 anni, nello sceneggiato televisivo "Storia d'amore e d'amicizia", diretto da Franco Rossi a fianco di Barbara De Rossi e Massimo Bonetti. Nel 1983 il cinema lo cattura definitivamente e dei tre, sarà solo lui a raggiungere il successo internazionale. Gira infatti nel 1994 "La regina Margot" di Patice Chéreau e nel 1996 "Nostromo" di Alastair Reid. In Italia, invece, dopo l'esordio in "Lontano da dove" Di Stefania Casini e Francesca Marciano, comincia a interpretare alcune commedie dirette da Carlo Vanzina. Il personaggio che si costruisce sfrutta il suo accento romano e il suo aspetto di ragazzo semplice e simpatico, in storie che parlano di flirt nati durante le vacanze. Nel 1987 l'incontro con Marco Risi dà una svolta alla sua carriera, proponendogli il suo primo ruolo drammatico in "Soldati 365 giorni all'alba". È un attore versatile e lavora anche con Ettore Scola, Ricky Tognazzi, Marco Tullio Giordana e Francesca Archibugi. Nel 1993 la sua interpretazione di Mauro in "Un'altra vita" di Carlo Mazzacurati, gli fa vincere il David di Donatello. A diciannove anni, nel 1983, si sposa per la prima volta e ha due figlie, Alessia e Giulia. Un altro figlio, Rocco, è nato nel 1999 dal suo rapporto con Francesca Neri, interrotto per sei mesi nel 2002 e poi ripreso.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy