Aurelio Grimaldi

MODICA, Ragusa (Italia)
 

BIOGRAFIA

Aurelio Grimaldi
Regista, sceneggiatore e scrittore. Nato nel 1957. Insegnante elementare, dalla metà degli anni '80 ha pubblicato diversi libri tra cui "Mery per sempre" che nel 1988 è stato portato sullo schermo da Marco Risi. Dopo il successo del film, ha iniziato a dedicarsi alla sceneggiatura - "Ragazzi fuori" (1990) sempre diretto da Risi, "Uomo di rispetto" (1992) di Damiano Damiani, "Fermo posta Tinto Brass" (1995) - e alla regia cinematografica: "La discesa di Aclà a Floristella" (1992), presentato al Festival del Cinema di Venezia, "La ribelle" (1993) interpretato da Penelope Cruz e presentato al Festival di Locarno, "Le Buttane" (1994, tratto dal suo libro omonimo) presentato al Festival di Cannes e vincitore del premio della critica al Festival del cinema di Rotterdam. Nel 1996 ha portato sullo schermo "Nerolio", tratto dal romanzo di Pier Paolo Pasolini, anche questo presentato in competizione in vari festival internazionali. Dopo "Il macellaio" (1998) e "La donna lupo" (1999) che non hanno raccolto grandi consensi, è la volta di "Iris" (2000) e "Rosa Funzeca" (2002), presentato come evento speciale a Venezia. Per la televisione ha diretto "Un nuovo giorno", vincitore del premio per la miglior regia e la miglior interpretazione femminile al Festival di Salerno. "Nfernu veru" ('85), "Storia di Enza" ('91), "Palermo che muore Palermo che nasce" ('94) e "I Violanti" ('95) sono gli altri volumi pubblicati.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy