SENZA FAMIGLIA NULLATENENTI CERCANO AFFETTO

ITALIA - 1972
Prossimo ai trent'anni, Agostino vuole ritrovare i genitori. Insieme con Armando - che ha smesso di lavorare nel circo dopo la morte del suo cane sapiente - scende dall'Italia del Nord. Dopo due delusioni, riconosce la mamma in una prostituta (ingenuo espediente per sistemarsi). Convinto da Armando, Agostino lascia la donna. I due si recano in casa di una donna bisognosa di compagnia; ma si tratta di un travestito; ne consegue una colluttazione durante la quale quest'ultimo muore: Agostino finisce in manicomio, Armando in prigione. Usciti, Agostino diventa cameriere, mentre Armando riprende - contento e libero - a vagabondare, accompagnato forse da un cagnolino sbandato quanto lui.

CAST

CRITICA

Descrizione di un'amicizia cementata dalle disavventure e dal comune bisogno di affetto, e satira contro deficienze della nostra società. Ciò viene fatto mediante ben amalgamati motivi allegri, malinconici, grotteschi. Alcune trovate deboli e il ritmo esterno a volte incerto scalfiscono la validità del film. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy