Weekend al cinema

In sala il più violento dei criminali britannici: Bronson. Gangster e pupe a London Boulevard, esordi transgenici in X-Men: L'inizio
10 Giugno 2011
Weekend al cinema

Un terrificante Tom Hardy è il protagonista di Bronson, il biopic sul “più violento criminale d’Inghilterra” (definizione della stampa britannica) diretto da Nicolas Winding Refn. Il cineasta danese – premio alla regia all’ultimo festival di Cannes per Drive – ripercorre gli episodi centrali di un’esistenza ai confini della realtà: l’infanzia tranquilla ad Aberystwyth (Galles) trascorsa nell’amore dei genitori, le scazzottate a scuola, i primi furti e i numerosi episodi di violenza ai danni dei pubblici ufficiali che gli costeranno il va e vieni di continuo nei diversi istituti penitenziari del paese, manicomi compresi. Dall’Inghilterra arriva un altro criminale, Colin Farrell, ex galeotto che prova a ripulirsi in London Boulevard, esordio alla regia dello sceneggiatore Premio Oscar William Monahan (The Departed). Farrell troverà lavoro come factotum presso un’attrice (Keira Knightley) che vive reclusa in una specie di gabbia dorata a Londra. Ma le lusinghe della malavita sono sempre in agguato. Già da mercoledì in sala X-Men – L’inizio, prequel della celebre saga Marvel sui supereroi transgenici. Diretto da Matthew Vaughn e ambientato negli anni della guerra fredda (con prologo nella Polonia occupata dai nazisti), il film racconta in particolare le origini di Mister X e Magneto, della loro fraterna amicizia, di come sventarono una guerra nucleare, e di come a separarli furono le divergenze d’opinione sulla politica da adottare nei confronti degli esseri umani: Mister X sceglierà la collaborazione, Magneto la lotta. L’uno di fronte l’altro sono anche i due protagonisti di Punto d’impatto, un professore universitario che vorrebbe buttarsi giù da un cornicione e un detective che dovrebbe dissuaderlo a colpi di teologia…Protagonisti Charlie Hunnam e Patrick Wilson. Nel cast anche Liv Tyler. Sotto il cornicione, c’è il sesto piano occupato da solo donne nella commedia francese di Philippe Le Guay. Sono sei “lavoratrici ospiti’, spagnole, di età diverse, che vengono da Burgos. Movimenteranno, e non poco, la vita di una coppia borghese di mezza età che vive al piano di sotto.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy