Venezia 77, la selezione Virtual Reality

Annunciata la line up di Venice VR Expanded, sezione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (2-12 settembre)
Venezia 77, la selezione Virtual Reality

Sono state scelte le opere in Virtual Reality della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (2-12 settembre 2020) della Biennale di Venezia per la sezione denominata quest’anno Venice VR Expanded.

Come in precedenza annunciato, le opere in Virtual Reality di questa edizione della Mostra, anziché sull’isola veneziana del Lazzaretto Vecchio, saranno interamente fruibili online, grazie a una piattaforma digitale innovativa che vede il sostegno di HTC VIVEPORT, Facebook’s Oculus, VRChat e VRrOOm.

Venice Vr Expanded presenterà 31 progetti immersivi in Concorso, nove  progetti Fuori Concorso – Best of VR (selezione internazionale delle migliori opere VR) e quattro progetti sviluppati nel corso della quarta edizione di Biennale College Cinema – VR, o di edizioni precedenti, di cui uno, l’italiano Vajont, sostenuto dal grant Biennale. I 44 progetti complessivi provengono da 24 Paesi.

La Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è stata uno dei primi festival di cinema al mondo a manifestare interesse per la Virtual Reality. La realizzazione di un VR Theater nel 2016 ha suscitato enorme interesse tra i partecipanti del Venice Production Bridge. A partire dal 2017, la Biennale di Venezia ha dato il via alla prima competizione di opere in Realtà Virtuale tra i principali festival, tenutasi per tre edizioni, fino al 2019, sulla location dell’isola del Lazzaretto Vecchio al Lido, con una Giuria internazionale. Quest’anno, l’accessibilità esclusivamente online di Venice VR Expanded rappresenta un nuovo impegno e una sfida per garantire la presenza, nell’ambito della Mostra del Cinema di Venezia, dell’esperienza di questa nuova forma d’arte in rapida evoluzione rappresentata dalla Realtà virtuale.

Gli spettatori accreditati della Mostra di Venezia avranno accesso a tutti i titoli del programma, attraverso uno speciale accredito VR.

Tutte le opere selezionate sono riservate ai maggiori di 14 anni.

La piattaforma Venice VR Expanded sarà inoltre accessibile in diverse location nel mondo, grazie alla disponibilità delle istituzioni che aderiscono al programma di networking Satellite. La lista delle location Satellite sarà presto annnunciata.

La Giuria internazionale di Venice VR Expanded è composta da:

  • Celine Tricartpresidente (USA), regista e sceneggiatrice, esperta di Realtà virtuale e 3D, nota per la forza emotiva e il particolare stile visivo delle sue opere. A Venezia nel 2019 ha vinto con The Key il Gran premio della Giuria per la migliore opera VR immersiva.
  • Asif Kapadia (Gran Bretagna), regista di film e documentari. Il suo Amy, presentato in prima mondiale a Cannes nel 2015 sulla cantante Amy Winehouse, ha vinto l’Oscar come migliore documentario.
  • Hideo Kojima (Giappone), autore dei videogiochi più venduti, fra i quali la serie Metal Gear, è noto nel mondo per aver allargato i confini della creatività in questo campo ed è considerato il padre del genere stealth.

La Giuria Venice Virtual Reality assegnerà i seguenti premi: Gran Premio della Giuria per la Migliore opera VR immersiva, Migliore esperienza VR immersiva e Migliore storia VR immersiva.

Vajont

VENICE VR EXPANDED

In Concorso

 

HERE

di LYSANDER ASHTON

USA, UK / 5’

 

TERRAIN

di LILY BALDWIN, SASCHKA UNSELD, KUMAR ATRE

USA, Germania / 45’

 

FINDING PANDORA X

di KIIRA BENZING

USA / 40’

 

SMAGEN AF SULT (A TASTE OF HUNGER)

di CHRISTOFFER BOE, DAVID ADLER

Danimarca, Svezia, Francia / 15’

 

HAVFOLKET KALDER MØRKNET VAND (HUSH)

di VIBEKE BRYLD

Danimarca / 10’

 

GOODBYE MISTER OCTOPUS

di AMAURY CAMPION

Francia, USA / 8’

 

OM DEVI: SHEROES REVOLUTION

di CLAUDIO CASALE

Italia, India / 23’

 

AFRICAN SPACE MAKERS

di THE NRB BUS COLLECTIVE

Kenya, Germania / 50’

 

BABA YAGA

di ERIC DARNELL, MATHIAS CHELEBOURG

USA / 15’

 

SHA SI DA MING XING (KILLING A SUPERSTAR)

di FAN FAN

Cina / 20’

 

GNOMES AND GOBLINS

di JON FAVREAU, JAKE ROWELL

USA / fino a 120’

 

AGENCE

di PIETRO GAGLIANO

Canada / 10’

 

AU PAYS DU CANCRE MOU (IN THE LAND OF FLABBY SCHNOOK)

di FRANCIS GELINAS

Canada / 6’

 

DREAMIN’ ZONE

di FABIENNE GIEZENDANNER

Francia, Svizzera, Germania, Corea del Sud / 18’

 

PENGGANTIAN (REPLACEMENTS)

di JONATHAN HAGARD

Giappone, Germania, Indonesia / 12’

 

PAPER BIRDS

di GERMAN HELLER, FEDERICO CARLINI

Argentina / 19’

 

GREAT HOAX: THE MOON LANDING

di JOHN HSU, MARCO LOCOCO

Taiwan, Argentina / 17’

 

BEAT

di KEISUKE ITOH

Giappone / 12’

 

LA COMÉDIE VIRTUELLE

di GILLES JOBIN

Svizzera / 30’

 

THE HANGMAN AT HOME – AN IMMERSIVE SINGLE USER EXPERIENCE

di MICHELLE KRANOT, URI KRANOT

Danimarca, Francia, Canada / 25’

 

ONCE UPON A SEA

di ADI LAVY

Israele, Canada / 22’

 

THE METAMOVIE PRESENTS: ALIEN RESCUE

di JASON MOORE

USA / 40’

 

4 FEET HIGH

di MARIA BELEN PONCIO, ROSARIO PERAZOLO MASJOAN

Argentina, Francia / 15’

 

AJAX ALL POWERFUL

di ETHAN SHAFTEL

USA, Cina / 15’

 

MINIMUM MASS

di RAQI SYED, AREITO ECHEVARRIA

Nuova Zelanda, Francia, USA / 20’

 

WE LIVE HERE

di ROSE TROCHE

USA / 12’

 

SILTOJEN ALTA TULEVAISUUDEN IHMISELLE (MAN UNDER BRIDGE)

di HANNA VÄSTINSALO

Finlandia / 7’

 

RECODING ENTROPIA

di FRANÇOIS VAUTIER

Francia / 8’

 

KINSHASA NOW

di MARC-HENRI WAJNBERG

Belgio, Congo / 25’

 

WO SHENG MING ZHONG DE 60 MIAO (ONE MORE MINUTE)

di WAN DAMING 

Cina / 26’

 

MIRROR: THE SIGNAL

di PIERRE ZANDROWICZ

Francia / 9’

 

Best of VR – Fuori Concorso

(una selezione internazionale delle migliori opere VR)

 

SOUND SELF: A TECHNODELIC

di ROBIN ARNOTT

USA / 20’

 

DOWN THE RABBIT HOLE

di RYAN BEDNAR

Svezia / fino a 300’

 

1ST STEP – FROM EARTH TO THE MOON

di JÖRG COURTIAL, MARIA COURTIAL

Germania / 14’

 

THE ROOM VR: A DARK MATTER

di MARK HAMILTON

UK /  fino a 180’

 

JIOU JIA (HOME)

di HSU CHIH YEN

Taiwan / 18’

 

BLIND SPOT

di HU ZHANGYANG

Cina / fino a 360’

 

THE BOOK OF DISTANCE

di RANDALL OKITA

Canada / 25’

 

DOUBLE

di DAVID ROSENBERG, GLEN NEATH

UK / 20’

 

GRAVIDADE VR (GRAVITY VR)

di FABITO RYCHTER, AMIR ADMONI

Brasile, Perù / 15’

 

Biennale College Cinema – VR – Fuori Concorso

 

VAJONT

di IOLANDA DI BONAVENTURA, produttore: SAVERIO TRAPASSO

Italia / 25’

prodotto col Biennale College Cinema VR grant

 

MEET MORTAZA VR

di JOSÉPHINE DEROBE, produttrice: ORIANE HURARD

Francia, Belgio / 13’

sviluppato in occasione del Biennale College VR, ma non finanziato direttamente

 

IL DUBBIO – EPISODIO 1

di MATTEO LONARDI, produttore: FRANCESCO LONARDI

Italia / 7’

sviluppato in occasione del Biennale College VR, ma non finanziato direttamente

QUEERSKINS: ARK

di ILLYA SZKILAK, CYRIL TSIBOULSKI, produttori: SARAH VICK, DIEGO PRILUSKY

USA / 17’

sviluppato in occasione del Biennale College VR, ma non finanziato direttamente

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy