Tornano le Giornate Internazionali del Cinema Religioso

Terza edizione dal 5 al 20 agosto a Todi, titolo emblematico: Abbi fede! Tra gli ospiti Alessandro Haber e Liliana Cavani, scopri il programma
Tornano le Giornate Internazionali del Cinema Religioso
Alessandro Haber

Giornate Internazionali del Cinema Religioso – Terza Edizione

Todi, 5 – 20  Agosto 2022- Giardino Amici dell’Orto, Via Termoli, 2 (Giardini Oberdan)

Rassegna diretta da Alberto Di Giglio con il  Patrocinio del Comune di Todi, della Fondazione Ente dello Spettacolo, del mensile Edav fondato dal gesuita massmediologo Padre Nazzareno Taddei,  dell’Archivio Storico del Cinema Italiano diretto da Graziano Marraffa, del settimanale La Voce e di Umbria Radio diretti da Daniele Morini.

Conferenza stampa di  presentazione venerdi 29 luglio presso la sala vetrata dei portici comunali con la giornalista Susi Felceti de La Nazione e l’assessore alla  Cultura Alessia Marta la quale ha affermato: “L’evento dal direttore DiGiglio si conferma per l’amministrazione un appuntamento irrinunciabile per il programma culturale della nostra città. Una rassegna che consente oltre che gustare bellissimi film anche di poter avere uno sguardo introspettivo attraverso incontri ed approfondimenti. Grazie alla sua direzione possiamo contare sulla presenza di attori di fama nazionale che renderanno più preziose le serate tuderti per cittadini e turisti”

Una festa controcorrente quella che MediCinema-Cinema Medicina dell’Anima” promuove in quel di Todi nella nuova sede del Giardino Amici dell’Orto. È la terza edizione delle GIORNATE INTERNAZIONALI DEL FILM RELIGIOSO sotto l’emblematico titolo ABBI FEDE! Tutte le sere dal 5 al 20 agosto.

Nell’epoca che vuole il cinema ridotto a merce spettacolare per intrattenimento domestico, a Todi si sperimenta un progetto di fruizione filmica basato sulla comunità, sul dibattito, sulla riflessione.

Un cinema che faccia riflettere e dialogare le persone, che ne purifichi e innalzi lo sguardo, viene considerato come un cibo essenziale per la società.

Nello stesso tempo, con André Malraux, scrittore francese del Novecento, l’équipe di MediCinema, presente con successo a Todi da vari anni, ritiene che “Il XXI secolo o sarà religioso o non sarà”. Che cioè senza un profondo e condiviso senso del sacro anche la sfera sociale e quella etica si vadano logorando e spegnendo.

Il titolo ABBI FEDE! deriva da un’esortazione del senso comune e dal film di Giorgio Pasotti che verrà proiettato in due occasioni, il 5 e il 14 agosto.  Come il protagonista del danese “Le Mele di Adamo”, che sa perseverare contro mille tempeste, Pasotti nel suo imperdibile remake ci invita a guardare in alto con fiducia quando siamo in difficoltà.

A precedere il film di Pasotti, previsto alle 21,45, l’inaugurazione (19,30) verrà affidata alle Gospel Act Sisters, gruppo che unisce suggestioni religiose afro-americane a vocalità che sconfinano dal classico al pop e la poetessa Ottavia Pojaghi Bettoni con la Poesia nel cinema.

Che il filo rosso tra le opere della rassegna sia la fede e uno sguardo positivo sulla vita sta a confermarlo una pellicola come “FRATELLO DOVE SEI?” dei Fratelli Coen (6 agosto). È un’esilarante commedia a sfondo biblico, tra road movie e favola morale, in cui ci si chiede se siamo ancora capaci di riconoscere il volto del Fratello. Sarà anticipato da un incontro con l’attore Luca Lionello che ci racconterà la sua carriera con grandi registi come Mel Gibson e Abel Ferrara.

Il 7 agosto omaggio di Medicinema a Pier Paolo Pasolini con una masterclass di Luigi Boneschi, documentarista e scrittore, su Il Sacro in Pasolini. Nella conversazione si prenderà spunto da pellicole come “ La Ricotta”, “Teorema”, ‘’Il Vangelo secondo Matteo” con i relativi viaggi pasoliniani per i sopralluoghi in Terra Santa e più in generale dalle tematiche del grande autore italiano.

L’8 agosto con il classico “ORDET-LA PAROLA” di C. T. Dreyer, in cui riusciamo a credere, con la semplicità dei bambini, che perfino la morte è abitata dal respiro nascosto della fede nella Parola di Dio.

Un incontro in tre tappe, tra 9 e 11 agosto, è con il poeta Davide Rondoni, con una trilogia su temi di drammatica attualità che vanno dalle derive disumane del potere alle visioni di un Cristo desacralizzato. E per riscoprire il cinema nel suo ruolo di bussola per un’umanità smarrita. I film che gli danno spunto sono ”IL DOTTOR STRANAMORE’’ di Stanley Kubrick, “ORWELL 1984” di Michael Radford e “L’ULTIMA TENTAZIONE DI CRISTO” di MartinScorsese.

Venerdì 12 agosto è la volta di Alessandro Haber che presenterà a Todi la sua intensa interpretazione di “IN VIAGGIO CON ADELE” di Alessandro Capitani.

Il 13 agosto è per un incontro d’eccezione con Liliana Cavani alla quale andrà la menzione speciale MediCinema, Cinema Medicina dell’Anima e  verrà proiettato il suo “FRANCESCO”, in cui uno straordinario Mickey Rourke mette letteralmente  a nudo la vitalità e l’energia di un santo che non teme confronti .

Il giorno mariano di Ferragosto è dedicato a un film davvero imperdibile per atmosfere, musiche, interpretazioni (da Jeremy Iron a Robert De Niro): “MISSION” di Roland Joffè. Una pellicola in cui seguiamo le orme degli eroici Gesuiti nelle zone impervie dell’Amazzonia settecentesca, a difesa degli indios inermi contro le avidità umane.

Nella masterclass del 16 agosto di Rosario Tronnolone, critico cinematografico di Radio Vaticana,  Il cinema di Dio… Lo sguardo di Roberto Rossellini e la luce di Ingrid Bergman in film come, “Stromboli”, “Europa 51”, “Giovanna d’Arco”, “Viaggio in Italia”, “La Paura”.

Il 17 agosto è dedicato alle inquietudini e all’ispirazione di “ANDREJ RUBLEV” (il pittore in crisi creativa circondato dalle violenze della Russia del ‘400) nello sguardo del grande Andrej Tarkovskij: di cui il 18 agosto verrà proiettato anche “STALKER”, ritratto abissale dell’uomo inquieto dinanzi ai misteri della creazione, Le due serate tarkovskijane verranno introdotte dal critico cinematografico di Cinematografo, regista e sceneggiatore Massimo Nardin.

Un capolavoro quale “IL GRANDE SILENZIO” di Philippe Groning, sarà protagonista venerdì 19 agosto con le atmosfere mistiche colte documentaristicamente nella Grande Certosa francese: per riscoprire l’esperienza irrinunciabile dell’ascolto.

Chiusura il 20 con “IL PRANZO DI BABETTE”, in cui la scrittrice Karen Blixen viene tradotta dal regista conterraneo Gabriel Axel in un viaggio suggestivo tra le vite di un nord nebbioso vittima della mancanza di grazia e di amore.

Un ciclo di film sicuramente bellissimi, spesso straordinari, in grado di offrire al pubblico – tra incontri con grandi ospiti e momenti di “apericinema” –, serate di grande cinema.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy