Sky per la Memoria

Contenuti e appuntamenti per non dimenticare, nella settimana del 27 gennaio: dalla prima tv di Lezioni di persiano ai grandi classici come Schindler's List. In prima visione, su Sky Arte, il doc L'uomo per bene - Le lettere segrete di Heinrich Himmler
Sky per la Memoria

Per ricordare le vittime dell’Olocausto nell’annuale commemorazione internazionale della Giornata della Memoria, il 27 gennaio, data della liberazione del campo di concentramento di Aushwitz da parte dell’esercito sovietico, Sky propone una serie di contenuti e appuntamenti per non dimenticare, con anche una collezione dedicata disponibile on demand e in streaming su NOW TV.

Su Sky Cinema per tutta la settimana dal 25 al 31 gennaio il canale Sky Cinema Collection sarà dedicato alla Settimana della Memoria, con alcuni dei film che meglio hanno raccontato la persecuzione e il genocidio degli ebrei e gli orrori perpetrati dai nazisti durante la Seconda guerra mondiale. Tra questi anche la prima tv di LEZIONI DI PERSIANO in programma mercoledì 27 gennaio alle 21.15 su Sky Cinema Due e alle 21.45 su Sky Cinema Collection – Settimana della Memoria.

Il film, diretto da Vadim Perelman (candidato all’Oscar® per La casa di sabbia e nebbia) e presentato all’ultimo Festival di Berlino, è ambientato nella Francia occupata dai nazisti nel 1942. Protagonista è Gilles (Nahuel Pérez Biscayart), che viene arrestato da soldati delle SS insieme ad altri ebrei e trasportato in un campo di concentramento in Germania. Riesce a salvarsi, giurando alle guardie di non essere ebreo, ma persiano. Questa bugia lo salva temporaneamente, ma lo trascina in una missione che potrebbe costargli la vita: insegnare la lingua farsi a Koch, l’ufficiale responsabile delle cucine del campo (Lars Eidinger), che sogna di aprire un ristorante in Iran appena la guerra sarà finita. Gilles riesce a sopravvivere grazie ad un trucco ingegnoso: inventa ogni giorno parole immaginarie basandosi sui nomi degli altri prigionieri del campo.

Tra gli altri film presenti nella collezione si segnalano titoli come SCHINDLER’S LIST, il capolavoro di Steven Spielberg premiato con 7 Oscar®, tra cui Miglior film e Miglior regia, che racconta la vera storia dell’industriale tedesco Oscar Schindler, interpretato da Liam Neeson, che mise a rischio la propria vita e la propria carriera per salvare migliaia di ebrei da un tragico destino; la favola nera di Taika Waititi JOJO RABBIT, Oscar® alla sceneggiatura; l’emozionante storia di formazione in epoca nazista STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI con Geoffrey Rush ed Emily Watson; RESISTANCE, la storia vera del giovane Marcel Marceau, interpretato da Jesse Eisenberg, che nella Francia occupata dai nazisti si unì alla Resistenza per salvare centinaia di bambini ebrei; WOMAN IN GOLD, il biopic in cui Helen Mirren è una donna ebrea che torna a Vienna per reclamare un dipinto di Klimt, appartenuto alla sua famiglia e trafugato dai nazisti; IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE, film tratto dal best-seller di John Boyne che racconta la commovente storia d’amicizia fra Bruno, figlio di un gerarca nazista, e il coetaneo ebreo Shmuel, prigioniero in un campo di concentramento; LA TREGUA, l’adattamento del romanzo di Primo Levi che vede Francesco Rosi alla regia e John Turturro protagonista; SOBIBOR che racconta la drammatica rivolta nel campo di sterminio che dà il titolo al film; IL GIARDINO DEI FINZI CONTINI, il capolavoro di Vittorio De Sica, Oscar® per il miglior film straniero e Orso d’Oro a Berlino, che narra le vicende di una nobile famiglia ebraica di Ferrara che ha subito la persecuzione dei nazisti; il dramma bellico con Harvey Keitel LA GUERRA DI SONSON, in cui un giovane avvocato ebreo diventa l’orgoglioso leader della Resistenza contro le truppe naziste e 1938, DIVERSI, il documentario di Giorgio Treves sull’attuazione delle leggi razziali durante il fascismo.

Sky Arte, in occasione di questa importante ricorrenza, ha previsto film e documentari, che raccontino, con approfondimenti storici e con ricostruzioni dettagliate gli orrori della persecuzione nazista.


Mercoledì 27 gennaio la prima visione delle 21.15 sarà L’UOMO PER BENE – LE LETTERE SEGRETE DI HEINRICH HIMMLER, un importante e convincente documentario che prova a spiegare la storia di uno dei maggiori responsabili degli orrori nazisti, celata dietro una normale vita familiare. Heinrich Himmler è agli occhi del mondo, lo sterminatore di massa; e attraverso centinaia di lettere private, documenti, diari e fotografie, il film tratteggia una biografia da un punto di vista inedito e svela i pensieri nascosti, gli ideali, i piani, i segreti del comandante delle SS, dell’architetto della Soluzione Finale. A precederlo, alle 20.15 verrà riproposto il documentario 1938, DIVERSI: LE LEGGI RAZZIALI DEL FASCISMO. Alle 22.45 il documentario CHI SCRIVERÀ LA NOSTRA STORIA, che narra la storia dell’archivio Ringelblum, dove, nel 1940, nel pieno centro del ghetto di Varsavia, Emanuel Ringelblum guidò una resistenza segreta con giornalisti, studiosi e leader della comunità ebraica. A seguire, alle 00.30, ci sarà il racconto AUSCHWITZ – IL PROCESSO, sul primo processo al noto campo di concentramento tenutosi a Francoforte, a cavallo tra gli anni ’50 e gli anni ’60. Per la prima volta nella storia vennero alla luce i crimini orribili commessi nei campi di sterminio. Infine all’1.30 1938 – LO SPORT ITALIANO CONTRO GLI EBREI di Matteo Marani.

Anche Sky Sport dedica alla Giornata della Memoria studi, rubriche e approfondimenti. In particolare, il 27 gennaio su Sky Sport Uno e Sky Sport Serie A si alterneranno cinque speciali a tema: L’Uomo della Domenica – Giovinette (anche su Sky Sport Football alle 13.30 e alle 18), con il racconto di Giorgio Porrà dedicato al calcio femminile, la storia epica legata alla lotta per i diritti della donna fin dal primo ‘900; #SkyBuffaRacconta il condottiero del Grande Torino: Federico Buffa incontra Susanna Egri, Presidente della Fondazione Egri per la Danza, per scoprire insieme a lei l’incredibile storia di suo padre, Ernesto Egri Erbstein, l’allenatore del Grande Torino, la leggendaria squadra degli “Invincibili”; Storie di Matteo Marani: 1938, Lo sport italiano contro gli ebrei: il 18 settembre 1938 è la prima giornata del campionato di Serie A e a Trieste Benito Mussolini scandisce il discorso sulla razza, da dove inizia la stagione delle leggi razziali; L’Uomo della Domenica – Il Giorno della Memoria: Giorgio Porrà, commemorando le vittime dell’Olocausto, racconta il tragico intreccio tra sport e Shoah attraverso le storie di Ladany, Bartali, Sindelar, Erbstein, Di Consiglio e Peltzer; Federico Buffa Racconta Arpad Weisz, la storia dell’allenatore che vinse 3 scudetti con Inter e Bologna, prima di morire ad Auschwitz. Inoltre, su Sky Sport 24 si alterneranno in studio Giorgio Porrà e Matteo Marani.

Sky TG24 celebrerà la giornata attraverso una programmazione dedicata mercoledì 27 gennaio, con servizi, approfondimenti e le immagini delle commemorazioni. Durante tutta la giornata, all’interno delle principali edizioni del tg, sarà proposta l’intervista a Oleg Mandič, il bambino che per ultimo lasciò Auschwitz e chiuse le porte del campo, a cura di Cristiana Mancini, e un’intervista di John Pedeferri a Francesco Lotoro, autore che ha raccolto la produzione artistica dei musicisti rinchiusi nei campi di concentramento nazisti, mettendo assieme oltre 8000 partiture di musica scritta nei campi. Inoltre, un servizio di Gaia Mombelli sui libri per l’infanzia che raccontano l’orrore dei campi e un servizio con le immagini della mostra “Dall’Italia ad Auschwitz”, con molte storie inedite di Rom e prigionieri politici. Il dramma della Shoah sarà ricordato anche all’interno dei programmi di approfondimento: in particolare Sky TG24 Mondo, l’approfondimento di esteri condotto da Renato Coen, proporrà una puntata speciale dedicata all’Olocausto, con esperti e ospiti in studio. Inoltre, tra i contenuti disponibili sul servizio On Demand di Sky, verrà proposto “Avevo 12 anni”, uno speciale di Sky TG24 che racconta l’incontro tra Edith Bruck, scrittrice e poetessa deportata ad Auschwitz da bambina, e 130 studenti delle scuole medie dell’Istituto Comprensivo di via Pincherle di Roma. Un documento che mette insieme memoria del passato e analisi del presente, con la scrittrice che ha portato la sua testimonianza ma soprattutto ha risposto alle domande di giovani studenti, che hanno oggi l’età a cui la scrittrice fu deportata.

 

E ancora, lunedì 25, martedì 26 e mercoledì 27 gennaio, dalle 22.40 su History Channel, la rassegna I GIORNI DELLA MEMORIA, tre serate dedicate speciali al racconto delle storie che hanno cambiato la nostra Storia, dai campi di concentramento tedeschi fino a quelli presenti sul territorio italiano. Tre giorni per la nostra Memoria, tre giorni per ricordare una tragedia che ha segnato per sempre la nostra storia con: TERRA BRUCIATA! IL LABORATORIO ITALIANO DELLA FEROCIA (lunedì 25 alle 22.40) Il film che narra le vicende storiche avvenute durante la Seconda Guerra Mondiale nei territori del Basso Lazio e dell’Alto Casertano, il primo territorio italiano a diventare “zona di operazioni” sottoposto alle leggi di guerra tedesche. LA CASA ROSSA (martedì 26 alle 22.40): giugno 1940. A pochi chilometri da Alberobello, patrimonio mondiale dell’Unesco, il regime fascista apre un campo di concentramento, in cui internare cittadini stranieri, ebrei, jugoslavi delle zone di confine e altre persone considerate potenzialmente sovversive. Il campo di Alberobello ha sede in un’antica Masseria, comunemente conosciuta con il nome di Casa Rossa. FOSSOLI: ANTICAMERA PER L’INFERNO (Martedì 26 alle 23.30) documentario che racconta la storia del Campo di Fossoli, nei suoi 28 anni di attività (dal 1942 al 1970) con focus specifico sul periodo Dicembre 1943 – Novembre 1944, e, in particolare, a partire dal 15 Marzo 1944, quando il campo viene diviso in due parti: una gestita dalla Repubblica Sociale Italiana ed una gestita direttamente dalle SS naziste. INFERNO MITTELBAU DORA (Mercoledì 27 alle 22.40). Mittelbau Dora è l’ultimo campo di concentramento costruito dai nazisti, il lager più duro presente in Germania. Nelle sue gallerie sotterranee i prigionieri lavorano senza sosta alla produzione dei missili V2, le armi segrete progettate dallo scienziato von Braun che, nei piani di Hitler, avrebbero dovuto cambiare le sorti della Seconda Guerra Mondiale e annientare i nemici del Terzo Reich.

 

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy