Sky cala il poker

Serie, Investigation, Documentaries e Nature: ecco i quattro nuovi canali disponibili dal 1° luglio per tutti gli abbonati via satellite e via internet, in streaming su Now
Sky cala il poker

(Cinematografo.it/Adnkronos) – Sky Serie, Sky Investigation, Sky Documentaries e Sky Nature: sono questi i nuovi quattro canali Sky che, a partire dal 1 luglio, saranno disponibili per tutti gli
abbonati via satellite e via internet, compresi nell’abbonamento, e in streaming su Now inclusi nel Pass Entertainment. Assieme a Sky Uno, Sky Atlantic e Sky Arte arriva così a 7 il numero dei canali a brand Sky dell’area intrattenimento, garantendo così un considerevole ampliamento della varietà dei generi proposti, con tantissime novità rivolte a un quanto più largo pubblico possibile.

’Rilevante il fatto che tutti questi contenuti non saranno soltanto ’lineari’ – afferma Antonella d’Errico (Excutive vice Programming Sky Italia) – ma saranno disponibili anche on demand, con una gestione completa del contenuto. Quanto agli Sky Original, Sky è un produttore di contenuti, sia locale che internazionale, abbiamo titoli rilevanti per Sky Serie, nell’autunno-inverno ci saranno produzioni italiane, da ’Ridatemi mia moglie’ con Fabio De Luigi a ’A casa tutti bene’ di Gabriele Muccino”.

I canali saranno tutti in alta definizione con contenuti fruibili anche on demand e saranno visibili anche in mobilità con Sky Go. A rendere l’offerta di serie Tv ancora più completa, due nuovi canali interamente dedicati che affiancheranno Sky Atlantic: Sky Serie (alla posizione 112), il canale che offre serie mainstream e un’ampia varietà di generi. Si caratterizza per i grandi successi internazionali, dai drama alle saghe familiari, e ospiterà alcuni tra i nuovissimi titoli Sky Original.

 

Su Sky Serie troveranno spazio anche serie iconiche e grandi classici della Tv: dalle avventure newyorkesi delle protagoniste di ’Sex & The City’ alle diagnosi impossibili di ’Dr. House – Medical Division’, dalle indagini di ’Hawaii Five-0’ fino alle emergenze di ’E.R. – Medici in prima linea’. E ancora le adrenaliniche storie del fortunato franchise creato da Derek Haas e Dick Wolf, nato con ’Chicago Fire’ e proseguito con gli spin-off ’Chicago P.D.’ e ’Chicago Med’.

’Si tratta di canali che portano un arricchimento senza precedenti – dice Antonio Visca (direttore dei nuovi Sky Serie e Sky Investigation e di Sky Atlantic) – Sia Sky Serie che Sky Investigation
sono ’main stream’, trasmetteranno serie che possono guardare tutti senza troppa attenzione alle trame, che non sono complesse, ma leggere. Il genere crime è sempre stato fra i più prolifici nelle
serie, ci saranno titoli da diversi Paesi del mondo. Vogliamo dare un’offerta ampia e variegata, con 10 serie nuove in 10 giorni. Ritornano su Sky Serie – aggiunge Visca – cult come ’E.R.’ con George
Cloney, fino alla serie ’Chicago’. Su Sky Investigation trasmetteremo i titoli più forti del momento dall’America, ma anche dall’Europa, con volti famosi e nuovi a cui affezionarsi’.

Fra gli ’Original’ presenti su Sky Serie, ’Ridatemi mia moglie’ di Alessandro Genovesi, disponibile da settembre, una miniserie evento in due appuntamenti che segna il grande ritorno alla Tv scripted di Fabio De Luigi, protagonista negli ultimi anni di numerosi successi al box office. ’Genovesi lo conosco dai tempi di ’Happy family’ – dice De Luigi – in questa serie mi ha fatto mollare da mia moglie, senza che io mi sia reso conto precedentemente che qualcosa non andava nel nostro rapporto. E’ un bel racconto, corale, con Diego Abantatuono e Carla Signoris. E’ un adattamento della sitcom inglese targata Bbc Studios ’I Want My Wife Back’ e abbiamo lavorato per rendere i personaggi adatti alla nostra cultura’.

Sky Serie – Ridatemi Mia Moglie

C’è poi ’A casa tutti bene – La serie’, fra i titoli più attesi in arrivo sul nuovo canale senz’altro anche il primo progetto per la Tv firmato da Gabriele Muccino, reboot del suo omonimo film campione di incassi. ’Ho potuto lavorare con attori di grandissimo talento – afferma il regista – un bellissimo cast, che mi ha dato la possibilità di realizzare questo lavoro con il mio linguaggio cinematografico: sono film ’mucciniani’, sono felice che Sky abbia creato un canale per le serie’.

Ancora, ’L’assistente di volo’, l’apprezzatissimo thriller dai risvolti da dark comedy firmato da Steve Yockey (Supernatural) per Hbo Max e tratto dall’omonimo romanzo bestseller di Chris Bohjalian, disponibile dal 1 luglio. La serie, in otto episodi, è la storia di come un’intera vita possa cambiare in una sola notte. Kaley Cuoco, la star di The Big Bang Theory, anche produttrice e attualmente sul set della seconda stagione, interpreta Cassie, una hostess che trascorre la notte a Bangkok con un passeggero del suo volo. ’Non sapevo cosa stessi cercando – confessa Kaley Cuoco – ma poi leggendo una descrizione dell’Assistente di volo’ ho voluto produrlo. Cassie mi ha colpito e ho pensato che fosse il sogno da interpretare per ogni attrice. A Roma c’è una scena che abbiamo girato prima del lockdown per un giorno intero su una vespa: abbiamo fatto il giro della città, una cosa che accade una sola volta nella vita e che non dimenticherò mai’.

Sky Serie – L’assistente di volo – The Flight Attendant

’Luminari – Il Destino nelle stelle’, dal 7 luglio, infine, è un appassionante period drama ambientato in Nuova Zelanda. Siamo nel 1865, nel pieno della corsa all’oro. La giovane avventuriera inglese Anna Wetherell (Eve Hewson) si mette in viaggio da Londra verso la Nuova Zelanda nella speranza di lasciarsi il passato alle spalle e iniziare una nuova vita.

’Andrà in onda il 7 luglio, giorno del mio compleanno, compirò 30 anni – dice Eve Hewson – ’I Luminari’ è un bellissimo libro, abbiamo lavorato per farlo diventare uno show televisivo, un viaggio in cui la protagonista incontra il destino e scopre chi è, con tanti aspetti magici e misteriosi. Girare in Nuova Zelanda è stato bellissimo, la storia ci ha dato molte emozioni e la natura ogni settimana ci regalava vigore, per non parlare delle persone neozelandesi, che sono fantastiche’.

Sky Investigation (canale 114) è la casa del genere crime, con decine di titoli in grado di abbracciarne tutte le declinazioni: dal thriller al noir, dalle detective stories al
poliziesco scientifico fino agli amatissimi procedural drama. Su Sky Investigation sarà possibile vedere i grandi titoli internazionali e tantissime novità a tema crime in prima visione. Titoli che saranno disponibili anche on demand, per una library mai così ricca che includerà anche tanti capisaldi del genere: dai casi di persone scomparse, spesso minori, di ’Senza traccia (Without a Trace)’ al primo e più fortunato degli spin-off di ’Law & Order’, ’Law & Order: Special Victims Unit’, fino a cult come ’Ncis’ e ’Ncis: Los Angeles’. E ancora ’Bull’, liberamente ispirata alla vita del famoso psicologo Dr. Phil, che prima di diventare una star della tv americana è stato attivo come consulente forense, ed ’Elementary’, che riambienta nella New York dei giorni nostri le celeberrime indagini di Sherlock Holmes, il personaggio creato da Sir Arthur Conan Doyle.

I due nuovi canali dedicati al mondo del factual entertainment, in aggiunta a Sky Arte, sono: Sky Documentaries (canali 122 e 402), per i documentari di approfondimento e d’inchiesta. Le icone, le leggende e i momenti che segnano il tempo, dalla musica all’attualità e alle biografie più appassionanti. Sky Documentaries è il racconto dentro le storie che cambiano il mondo.

Con ’Il Testimone’, dal 1 luglio, alla sua nona edizione, il ritorno di un vero e proprio cult televisivo inaugura il canale. Prodotta da Wildside, società del gruppo Fremantle, è il programma di reportage ideato, diretto e condotto da Pif, e scritto con Luca Monarca, che giunge a un nuovo livello di maturità, riuscendo sia a trattare temi civili e impegnati sia a esplorare mondi più leggeri. Il proseguimento dell’attività cinematografica e il debutto come romanziere di Pif si riflettono in questa nuova stagione che, pur dovendo fare i conti con le restrizioni del momento, non rinuncerà al racconto immediato e partecipe delle realtà contemporanee più significative, concentrandosi soprattutto sull’Italia, vista con l’occhio di una piccola telecamera che il conduttore porta con sé nei suoi reportage. Nel primo episodio la drammatica vicenda di Giulio Regeni che, oltre al racconto dei fatti, restituirà un ritratto personale del ricercatore friulano.

Sky Documentaries – Il Testimone

’Sky Documentaries racconterà le storie che cambiano il mondo e che ci aiutano a comprenderlo, con documentari d’inchiesta, questioni locali ma di respiro anche internazionale, fino alla serialità documentaria – annuncia Roberto Pisoni (direttore di Sky Documentaries e Sky Nature, oltre che di Sky Arte) – Con Sky Nature andremo vicini il più possibile alla natura, restituendone la spettacolarità, vorremmo dare una grande attenzione alle idee di sostenibilità e a come pensare un futuro in cui uomo e ambiente possano integrarsi in modo armonico, conservando e vivendo in simbiosi con la natura’.

Porteremo in scena la vicenda Allen-Farrow – prosegue Pisoni – il doc su Hillary Clinton e la sua ascesa, così come quello su Tiger Woods nel quale ci concentremo sul lato umano del campione. E, ancora, il documentario su Bruno e Tyson, due campioni cresciuti nello stesso ambiente ma lecui vite hanno preso direzioni opposte’.

’Aprire con Pif – conclude – vuol dire pensare che il suo approccio è quello giusto per raccontare la realtà senza pregiudizi e con grande empatia umana. Vorrei che il canale avesse proprio questo approccio’. “Essere testimonial di questo canale mi onora – dice lo stesso Pif prendendo la parola – Di solito affronto storie laterali non da prima pagina, ma con Giulio Regeni mi sono accorto che molti dettagli non li conoscevamo. Col tempo avevo mitizzato Giulio, sono andato a Fiumicello per parlare del figlio con i suoi genitori, mi sono fatto raccontare anche aspetti più umani di lui. I genitori sono come Giulio, pretendono che la gente sappia. Mi hanno chiesto di recuperare la sua bicicletta all’università di Cambridge. Sono cittadini attivi, un po’ scomodi perché vogliono la verità e ci stanno riuscendo, perché stiamo arrivando al processo, cosa impensabile 5 anni fa’.

Altri titoli che troveremo nel canale sono ’SIC’ (working title), un documentario originale Sky, prodotto da Fremantle, Mowe e Sky, e ’Sarah – La Ragazza di Avetrana’, una produzione Groenlandia, per la regia di Christian Letruria. Sky Nature (canali 124 e 404) apre una finestra sul mondo della natura con una programmazione spettacolare e contenuti di alta qualità, dedicati all’esplorazione della bellezza del mondo naturale. Il canale sarà caratterizzato dal meglio dei documentari internazionali e reportage sull’ambiente e sarà anche la casa di ’Love Nature’, tra i leader mondiali di contenuti naturalistici. Sky Nature sarà, inoltre, una lente d’ingrandimento sulla salvaguardia dell’ambiente, da sempre uno dei principali valori del gruppo Sky, attivo in prima linea attraverso progetti concreti per promuovere un business responsabile.

Con la campagna Sky Zero, il gruppo si è impegnato a essere la prima media company in Europa a diventare net zero carbon entro il 2030, riducendo di almeno il 50% le emissioni generate dai propri prodotti, dai propri fornitori e dal proprio business. A inaugurare la nascita di Sky Nature sarà, il 4 luglio, la docu-serie Bbc che segue Greta Thunberg tra il 2019 e il 2020. Il viaggio di un anno intrapreso dalla giovane attivista per la salvaguardia del pianeta è stato documentato nelle sue tappe principali in questa docu-serie divisa in tre parti. Greta è andata dall’Europa fino al Nord America per vedere sulla sua pelle i cambiamenti dovuti al riscaldamento globale, per incontrare gli uomini e le donne più potenti del mondo e per indagare metodi alternativi per salvare il pianeta da un declino che sembra ormai certo.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy