Ricordando il Neorealismo

Torino ospiterà da aprile a novembre una serie di iniziative per celebrare il più importante movimento espressivo del dopoguerra italiano
14 Aprile 2015
Festival
Ricordando il Neorealismo
Nell’ambito dei programmi realizzati a Torino in occasione di Expo 2015, una “cordata” composta da alcuni fra i principali musei e istituzioni culturali cittadine propone una manifestazione interdisciplinare dedicata al Neorealismo italiano. Neorealismo. Lo splendore del vero nell’Italia del Dopoguerra. Cinema, fotografia, letteratura, musica, teatro è un progetto del Museo Nazionale del Cinema in partecipazione con Palazzo Madama, Camera-Centro Italiano per la Fotografia, Il Circolo dei lettori, Fondazione del Teatro Stabile di Torino, FolkClub, Scuola Holden e Università degli Studi di Torino-Dams.
Il progetto dedicato al Neorealismo si propone di offrire una rilettura articolata e originale dell’esperienza estetica più importante del Novecento italiano. Partendo dalle innovazioni formali e contenutistiche introdotte dal cinema, infatti, il Neorealismo ha finito per imporre un nuovo paradigma estetico destinato a interessare tutte le principali forme espressive, esercitando un’influenza determinante sullenouvelles vagues successive e lasciando un’impronta i cui riflessi si possono ancora oggi cogliere in molte opere di artisti contemporanei di tutto il mondo.
Il programma, che si svilupperà in un arco di sette mesi, tra la fine di aprile e novembre 2015, propone eventi, spettacoli, mostre, concerti, reading e incontri, per conoscere, approfondire e comprendere un periodo della storia e della cultura italiana che ha lasciato profonde tracce nel nostro presente e nell’immaginario collettivo.
Palazzo Madama propone, dal 22 aprile al 13 settembre 2015, la mostra Federico Patellani – professione fotoreporter, personale dedicata al primo fotogiornalista italiano e uno dei più importanti fotografi italiani del XX secolo. Dal suo vasto archivio sono state selezionate circa 90 fotografie in bianco e nero, immagini che meglio rappresentano le tappe fondamentali della carriera di Patellani dalla fine della Seconda guerra mondiale alla metà degli anni Sessanta, quando il fotografo si dedicò soprattutto alla fotografia di viaggio.
La Fondazione del Teatro Stabile di Torino, il 12 e il 13 maggio 2015, presenta alle Fonderie Limone un progetto, a cura di Valter Malosti, con gli allievi dell’ultimo anno della Scuola per Attori, basato sul ciclo de I segreti di Milano (L’Arialda e la Maria Brasca) di Giovanni Testori. Un grande e ruvido affresco in cui l’autore seppe raccontare, con straordinaria incisività e poesia, l’anima della periferia milanese negli anni del boom economico, a cavallo fra gli anni Cinquanta e Sessanta, in un momento delicatissimo di transizione della storia italiana.
Il Museo Nazionale del Cinema presenta alla Mole Antonelliana, dal 4 giugno al 29 novembre 2015, la mostra Cinema neorealista. Lo splendore del vero nell’Italia del dopoguerra. A settant’anni dalla folgorante apparizione di Roma città aperta di Roberto Rossellini, il Neorealismo continua a essere la stagione più conosciuta, amata e influente della storia del cinema italiano. La mostra ne ripercorre la tappe più significative grazie a un’originale rilettura, un viaggio attraverso fotogrammi e sequenze di film, documenti, manifesti, materiali pubblicitari, testi e sceneggiature originali, frammenti d’interviste, note di produzione, lettere e dichiarazioni.
La Scuola Holden organizza, il 19 e 20 settembre 2015, Questioni private. Reading e Trekking per ricordare Beppe Fenoglio e Natalia Ginzburg, una due giorni per avere una pluralità di sguardi sul Neorealismo attraverso due trekking narrativi in cui elementi teorici ed esperienziali, letture e lunghe passeggiate si intrecciano alla scoperta delle langhe di
Fenoglio e della Torino della Ginzburg.
Il Circolo dei lettori propone Conversazioni sul Neorealismo il 7- 14 -21- 28 ottobre 2015 quattro incontri con altrettanti scrittori italiani che rileggono le pagine fondamentali della letteratura neorealista. Un omaggio a quegli autori che hanno saputo narrare il mutare dei tempi attraverso uno sguardo lucido e incisivo, dove grazie a voci narranti contemporanee si fa rivivere il tessuto storico e narrativo, stilistico e di contenuto, del Neorealismo letterario.
Il FolkClub presenta il 9 e 30 ottobre 2015 Cantare la realtà, due concerti che rappresentano le storiche esperienze di un nucleo di intellettuali, autori, e musicisti che si oppongono polemicamente al modello della canzonetta innocua e commerciale. Il risultato porta, da una parte, alla produzione di materiale originale che si discosti dalla canzonetta e canti e racconti la realtà, dall’altra al recupero attraverso la ricerca sul campo, dell’immenso patrimonio della tradizione popolare.
Camera – Centro Italiano per la Fotografia propone, nel mese di ottobre 2015, Incontri: fotografia e neorealismo. Storie, documenti e visioni del dopoguerra italiano, un ciclo di approfondimenti sulle convergenze tra il movimento culturale più rappresentativo del dopoguerra italiano e la fotografia, raccontate da storici e studiosi.
L’Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Studi Umanistici, Dams – Cinema organizza, dal 17 al 19 novembre 2015, il convegno internazionale Intorno al Neorealismo: voci, contesti, linguaggi e culture dell’Italia del dopoguerra, un’attenta analisi e riflessione sulla complessa geografia socio-culturale ed estetica sottesa al Neorealismo italiano.
Info sul sito: www.neorealismo.com.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy