Religion Today premia

Conclusa la XXII edizione del Film Festival trentino: Il Vizio della Speranza conquista 3 riconoscimenti
Religion Today premia
Il vizio della speranza (Credit Paolo Ciriello)

Si è concluso ieri sera al Teatro San Marco, dopo la proiezione dei film vincitori e sulle note suonate dall’Orchestra Fuori Tempo di Trento, diretta da Sebastiano de Salvo, l’appuntamento annuale con il Religion Today, un festival di cinema internazionale dedicato alle religioni e al dialogo, nato a Trento 22 anni fa dall’idea della regista trentina Lia Giovanazzi Beltrami.

“Questa edizione, dedicata al tema della Missione, è stata veramente speciale” racconta un entusiasta Andrea Morghen. “Abbiamo ricevuto da selezionare circa 1700 film da tantissimi paesi diversi, un vero e proprio onore. Tra loro, anche film già pluripremiati, come il cortometraggio Skin, Oscar 2019, ma anche Il Vizio della Speranza, Bismillah e Bangla, tre pellicole italiane di altissimo livello”.

Alla premiazione di mercoledì 9 ottobre a Madonna di Campiglio proprio Il Vizio della Speranza, di Edoardo De Angelis, già vincitore di due Nastri d’argento e un David di Donatello, ha vinto nella categoria “miglior film a soggetto”, “miglior colonna sonora” e il premio della categoria Signis, l’organizzazione mondiale cattolica per le comunicazioni.

La pellicola è riuscita a dare attenzione al tema della tratta delle donne migranti in Italia, dando così luce a una realtà scomoda:“Il Vizio della Speranza è un film che ci accompagna nelle tenebre dell’umano e riscopre, grazie a una straordinaria fotografia e a una regia magistrale, la bellezza generatrice della donna” racconta Andrea Morghen, Direttore Artistico della manifestazione.

Tra i film premiati quest’anno, vanno menzionati anche Driving Lessons, di Marzieyh Riahi, il miglior cortometraggio; Kani Spi di KhesrewHemeKerim, emotivamente toccante, che parla di Isis e del popolo Yazida, il miglior documentario-corto; My father’s Son, di Hillel Rate, che è stato riconosciuto come miglior documentario.

Il premio speciale, Nello Spirito della Fede è stato consegnato invece all’italiano Bangla di Phaim Bhuiyal, commedia già vincitrice di un Nastro d’Argento.

Tanti sono stati anche gli ospiti, internazionali e non, che hanno dato risalto a questa edizione, rendendola veramente speciale:la presenza a sorpresa di Nina Davuluri, Miss America 2014, insignita del riconoscimento “Spirituality of Human Rights”, per il suo impegno nella difesa dei diritti umani, grazie alla visibilità ottenuta vincendo il massimo concorso di bellezza; sono state ospitate poi le “Donne di Fede per la Pace”, un gruppo di donne di fedi diverse che lottano per il dialogo e per la pace, provenienti da ogni dove: dall’India, agli Stati Uniti d’America fino a Turchia, Russia, Ghana, Etiopia, Italia e Israele. Sono stati tantissimi i registi e gli attori dei film in concorso che sono arrivati a Trento per raccontare le proprie pellicole, rispondere alle domande e partecipare al concorso.

Da registrare infine la presenza dei tanti missionari trentini che si sono raccontati, tramite il “Caffè col Missionario”, alla cittadinanza.

“Questo mese di ottobre Papa Francesco ha indetto il Mese Straordinario Missionario, dunque la scelta del tema Missione non è stata affatto casuale” spiega Andrea Morghen.

Il Religion Today infatti è stato realizzato con la collaborazione dell’Associazione BiancoNero, l’organizzatrice, assieme alla Diocesi di Trento e in particolare al Centro Missionario, fondamentale nel coinvolgere i missionari e dove ogni giorno le comunità di origine straniera che vivono in provincia hanno confezionato pranzi tipici per tutti gli ospiti, in un clima conviviale e interculturale.

Una vera e propria festa della convivenza, del dialogo e dell’accoglienza, che ha coinvolto i giovani delle università e degli istituti superiori trentini, per ultimi quelli di Bolzano, in 200 assieme a Morghen ieri mattina, per guardare assieme Il Vizio della Speranza.

Adesso non resta che seguire i prossimi appuntamenti, perché Religion Today non si fermerà qui: infatti in attesa della XXIII edizione si susseguiranno diversi eventi, in particolare il primo sarà il 15 ottobre a Rovereto allo SmartLab, dove verrà proiettata una selezione di film dalle 20.45.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy