Nel nome di Tonino Guerra

Nel giorno del compleanno del poeta e sceneggiatore, presentata la prima edizione del festival I luoghi dell’anima: scopri
Nel nome di Tonino Guerra

Nel giorno del compleanno di Tonino Guerra è stata presentata la prima edizione del festival I luoghi dell’anima- Italian Film Festival, che si terrà dal 18 al 21 marzo sulla piattaforma Mymovies.

“Un grande progetto si realizza”, dice Andrea Guerra, il figlio del grande poeta e sceneggiatore romagnolo, che ha ideato questa manifestazione con la direzione artistica di Steve Della Casa e Paola Poli.

In concorso tante opere cinematografiche in cui l’ambientazione è protagonista. “Tonino Guerra ha lasciato un segno forte- dice Laura Delli Colli-. I film selezionati sono storie nelle quali il luogo rappresenta anche uno stato d’animo. Quel fuoco emotivo che Guerra ha messo sempre nella sua poesia e nelle sue sceneggiature, talvolta anche inconsapevolmente”.

In concorso sia lungometraggi che documentari. I temi che interpretano lo spirito del festival, individuati per le due sezioni di concorso (Concorso Lungometraggi | Concorso Documentari) sono: UTOPIA Oltre la realtà, sognando un nuovo immaginario con Notturno di Gianfranco Rosi (Concorso doc); L’incredibile storia dell’isola delle rose di Sidney Sibilla; Guida romantica a posti perduti di Giorgia Farina (Concorso Lungometraggi).

MADRE TERRA  La natura, l’essere umano e la spiritualità nei cicli dell’esistenza con Antropocene di Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier, Edward Burtynsky; Molecole di Andrea Segre (Concorso Doc); Semina il vento di Danilo Caputo (Concorso Lungometraggi). Infine MEMORIA  Nel richiamo delle radici il valore della nostra identità con The Rossellini’s di Alessandro Rossellini, 2 scatole dimenticate – Un viaggio in Vietnam di Paolo Pisanelli e Cecilia Mangini, Il suono della voce di Emanuela Giordano  (Concorso Doc), Tornare di Cristina Comencini e Assandira di Salvatore Mereu (Concorso lungometraggi).

Si potranno rivedere nella retrospettiva IL CINEMA LUMINOSO-OMAGGIO A TONINO GUERRA:  Matrimonio all’italiana di Vittorio De Sica; La sorgente del fiume di Theodoros Angelopoulos; Tre fratelli di Francesco Rosi, Tempo di Viaggio di Tarkovskij e Tonino Guerra. Negli eventi speciali: Torino 20venti – Storie da un altro mondo di Alessandro Bignami.

Per la categoria lungometraggi la giuria presieduta da Ferzan Ozpetek sarà composta da Laura Delli Colli e Massimo Pulini. Mentre per la categoria documentari, la giuria presieduta da Terry George, sarà composta da Luca Cesari e Raffaele Milani.

Il concorso vuole premiare le opere audiovisive particolarmente ispirate all’anima di un paesaggio: tradizioni locali; memorie e storia di luoghi e persone; tutela dell’ambiente e sostenibilità, secondo i principi del “vivere lento”; resilienza ambientale e umana; valorizzazione delle peculiarità di un contesto locale attraverso un linguaggio innovativo.

“Abbiamo dato importanza alla memoria e alle tradizioni, al rispetto della natura e delle risorse, all’armonia e al dialogo tra i popoli contro l’imbarbarimento”, conclude Andrea Guerra.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy