Franceschini, finestre e coprifuoco rivedibili

"Sul decreto ci deve essere accordo tra le parti in causa, produttori, distributori ed esercenti. Dal 15 maggio se i dati sui contagi lo consentono misure possono essere riviste", dice il ministro alle Giornate di Cinema "Reload"
Franceschini, finestre e coprifuoco rivedibili
Dario Franceschini

“Sul decreto finestre mi sono preso la responsabilità ragionando su un equilibrio transitorio, quello dei 30 giorni, per diminuire quel differenziale tra film italiani e non che è troppo forte. Ma è una misura transitoria che sono pronto a rivedere: auspico un accordo tra tutte le parti in causa, produttori, distributori ed esercenti sulle finestre, io lo sottoscrivo e lo faccio diventare un decreto ministeriale”.

 

Così il ministro Dario Franceschini, intervenuto durante il convegno organizzato dalle Giornate di Cinema “Reload”, rispondendo alle sollecitazioni di Mario Lorini – Presidente ANEC.

Sul coprifuoco, poi, altro argomento “caldo” per quello che riguarda le richieste dell’esercizio che con il limite attuale perde almeno uno spettacolo, il ministro spiega: “Ovviamente a metà maggio verificheremo l’andamento dei contagi, se i dati andranno bene si potrà andare ad una modifica di quelle regole che naturalmente non dipendono da me”.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy