È morto Carl Reiner

Leggenda dello spettacolo americano, è stato comico, attore, regista e sceneggiatore tra i più popolari. Sodale di Mel Brooks, ha diretto Il mistero del cadavere scomparso e Ho perso la testa per un cervello
È morto Carl Reiner
Goldie Hawn e Carl Reiner nel 1970

A 98 anni ci lascia Carl Reiner, comico, attore, regista, sceneggiatore tra i più popolari dello spettacolo americano, per settant’anni attivo in televisione, cinema e teatro.

Vincitore di nove Emmy Awards, un Grammy Award e il Premio Mark Twain per l’umorismo, era il padre dell’attore e regista Rob Reiner. Autore e interprete di show come Caesar’s Hour e Your Show of Shows con Sid Caesar, Carl Reiner è creatore della popolare sit-com The Dick Van Dyke Show, con protagonista Dick Van Dyke.

Ha formato una celebre coppia comica con Mel Brooks, dando vita a irresistibili sketch come The 2000 Year Old Man, in cui Reiner intervistava Brooks nel ruolo di un uomo di duemila anni.

Troviamo Reiner in film come Quel certo non so che, L’arte di amare e Arrivano i russi, arrivano i russi (tutti di Norman Jewinson) e La fine… della fine di Burt Reynolds. Debutta alla regia nel 1969 con Il comico e ottiene ottimi riscontri con una serie di film interpretati da Steve Martin: Lo straccione, Il mistero del cadavere scomparso, Ho perso la testa per un cervello e Ho sposato un fantasma. Nel 1997 il suo ultimo film da regista, Questo pazzo sentimento.

 

Negli ultimi anni è nel cast della trilogia aperta da Ocean’s Eleven di Steven Soderbergh nella parte di Saul Bloom. Appare anche nello spin-off Ocean’8. Spesso guest star in tv (Frasier, Innamorati pazzi, Dr. House, Due uomini e mezzo, Parks and Recreation), Reiner ha un ironico cammeo vocale in Toy Story 4, ultimo credito cinematografico di una carriera lunghissima.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy