Decamerone senza tempo

"E' ispirato a Boccaccio, ma pensato per i giovani di oggi" dice Dino De Laurentiis del film con Hayden Christensen
21 Giugno 2005
Decamerone senza tempo

(Cinematografo.it/Adnkronos) – “Alla fine siamo riusciti nel nostro intento: fare un film senza tempo ispirato alle 100 novelle di Giovanni Boccaccio. Perché l’amore, il sesso e l’avventura dei giovani del ‘300 in fondo sono gli stessi anche per i giovani d’oggi”. Il produttore Dino De Laurentiis parla de Il Decamerone,  film diretto dal regista inglese David Leland e interpretato, fra gli altri, da Hayden Christensen, Mischa Barton e Tim Roth, le cui riprese sono terminate sabato scorso a Roma dopo circa sette settimane di lavorazione tra il Lazio (Manziana, Tivoli, Guidonia, Bracciano e Roma) e la Toscana (Siena ed Arezzo). Prodotto con un budget di circa 38 milioni di dollari insieme a Tarak Ben Ammar e a Roberto Cavalli, che ha curato anche i costumi, Il Decamerone uscirà prima in Italia, a febbraio 2006, distribuito dalla 01 e poi in estate negli Usa. “L’apporto di Cavalli – dice il produttore italiano più famoso di Hollywood – è stato molto importante perché ci ha permesso di realizzare un film in costume nel quale possano identificare anche i ragazzi di adesso. Abbiamo rinunciato alle parrucche pesanti del 1300 e abbiamo scelto abiti più agili”. La rilettura in chiave moderna dell’opera di Boccaccio passerà anche attraverso le musiche: “Sono in partenza per Londra – continua De Laurentiis – dove Gabriel Yared comincerà a lavorare alla colonna sonora, che includerà anche alcuni brani pop famosi”. Anche la struttura narrativa è stata aggiornata e resa più adatta agli spettatori contemporanei: “Non volevamo fare un film ad episodi come quello che facemmo con Pier Paolo Pasolini nel ’70, così abbiamo deciso di cercare tra le 100 novelle del Decamerone gli elementi da cucire insieme per farne un unico film. Naturalmente mantenendo il punto di partenza di queste sette ragazze e tre ragazzi che scappano da Firenze per sfuggire alla peste”. Nel cast spiccano anche alcune star italiane come Anna Galiena (nel ruolo della madre badessa), Elisabetta Canalis e Silvia Colloca (nei panni di due giovani suore). Tutti gli attori sono stati protagonisti sabato scorso di un party di fine riprese organizzato al Circolo Canottieri Roma, dove a tarda notte sono stati raggiunti anche dai Duran Duran, a Roma per il Cornetto Free Music di piazza San Giovanni. De Laurentiis parla anche dei suoi prossimi progetti: “Nei prossimi giorni ultimeremo anche il cast di The Last Legion, che inizieremo a girare in Tunisia nella prima settimana di agosto. Dobbiamo scegliere il ragazzo che interpreterà il giovane imperatore”. Diretto da Doug Lefler e interpretato da Colin Firth e Ben Kingsley, il film è ambientato durante la caduta dell’Impero Romano, quando l’ultimo dei Cesari, il dodicenne Romolo Augusto, regnò per un solo giorno prima di essere imprigionato sull’isola di Capri. Nel film il ragazzo viene liberato dal suo insegnante Abrosino e dal legionario Aurelio e riparte alla volta di Roma per cercare di riprenderne il controllo. Poi toccherà a Young Hannibal, prequel che racconterà l’infanzia ed l’adolescenza di Hannibal Lecter, il cannibale de il Silenzio degli innocenti: “Al festival di Venezia – dice il produttore – riveleremo chi sara’ l’attore che presterà il volto al protagonista, finora portato sullo schermo da Anthony Hopkins. E il 10 ottobre, a Praga, inizieremo le riprese con la regia di Peter Webber”. Resta in piedi anche il progetto del film su Alessandro Magno diretto da Baz Luhrmann. “Appena Baz finirà un suo progetto in Australia torneremo a lavorarci”.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy