Corti in laguna

Allo spazio FEdS della Mostra di Venezia il cinema “breve”: in scena Lo stinco di Natale, Fratelli minori e The only way - Il diavolo nella bottiglia
31 Agosto 2013
Corti in laguna

Nella cornice della 70° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia si è svolto l’evento “Corti in Laguna”, presso lo stand della Fondazione Ente dello Spettacolo. Oltre all’attrice Adriana Tuzzeo, moderatrice della serata, erano presenti in sala numerosi suoi colleghi e registi, tra cui Francesca Rettondini, l’inseparabile coppia Lillo e Greg, Roberto Ciufoli e Alice Bellagamba, che da Natale sarà protagonista del nuovo film di Leonardo Pieraccioni, Un fantastico via vai, al fianco di Giorgio Panariello.
Lo stinco di Natale, scritto e diretto da Francesco Cinquemani e Mariano Provenzano, prodotto da The Fact in collaborazione con Sky Cinema, racconta – in chiave tragicomica – un’atipica cena natalizia all’interno di una tipica famiglia italiana. Protagonista è Roberto Ciufoli, qui nelle vesti di un senzatetto, che per guadagnarsi da mangiare decide di aiutare una simpatica vecchietta a realizzare uno scherzo di cattivo gusto agli ospiti che presenzieranno alla sua tavola per la cena di Natale. Durante la mensa, però, qualcosa va storto e quella che doveva essere una serata divertente si trasforma in tragedia. Il cast, oltre al comico romano, è composto da Emiliana Franzone, Alessia Barela, Elisa Alessandro, Eva Milella, Giorgio Caputo e Giovanni Lagorga.
Per il secondo cortometraggio, dal titolo Fratelli minori, dietro alla cinepresa c’è Carmen Giardina, attrice che il pubblico ha già avuto modo di conoscere ed apprezzare in teatro, in televisione e al cinema. Il suo lavoro, prodotto da Crueza s.r.l. e Azteca Produzioni, ricorda agli italiani l’importanza storica di una giornata cruciale per la politica del Paese. Nel 9 maggio 1978, mentre a Roma viene ritrovato il corpo senza vita del presidente della DC Aldo Moro, a Cinisi, in Sicilia, Peppino Impastato viene assassinato. La vicenda si svolge proprio nella provincia di Palermo, dove Enzo, Vittorio e Antonio, tre giovani militari, presidiano un posto di blocco sul ciglio di una strada dove non passa anima viva. Inoltre, la loro radio è fuori uso e dunque non possono ricevere nuovi ordini. I dialoghi dei personaggi, costruiti impeccabilmente – non a caso, per questo cortometraggio è stata fatta una menzione speciale al premio per la sceneggiatura “Rodolfo Sonego” nell’ambito del Lago Film Fest 2009 di Revine Lago (TV) – rispecchiano i loro caratteri diversi e ciascuno di loro veste un’ideologia politica contrastante. Durante l’ennesima giornata di ozio e passatempi vari, attraverso dei poliziotti in borghese di passaggio, giungono le due terribili notizie. Da quel momento, le vite dei protagonisti non saranno più le stesse. Alessio Vassallo, Mauro Conte, Michele Botrugno, Paolo Sassanelli e Giuseppe Milazzo Andreani sono gli attori che costituiscono il cast.
Per ultimo, è stato presentato in anteprima The only way – Il diavolo nella bottiglia, di Marco Cassini, prodotto da Red Carpet e destinato ai circuiti Mediaset. In sala erano presenti il regista e due attori, Rosario Petix e Claudia Fratarcangeli; a completare il cast Kristina Rus. La trama segue il difficile percorso di un rapinatore verso la disintossicazione dall’alcol. L’uomo è relegato in un appartamento, senza possibilità di uscirne; la sua unica compagnia sono alcune voci nella sua testa che cercano di persuaderlo a bere. Nelle sue stesse mani c’è la chiave di una porta che nasconde grandi quantità di bevande alcoliche: l’obiettivo è resistere fino al giorno dopo. Le musiche di Massimo Filippini, le inquadrature, le luci, il senso di angoscia che le immagini trasmettono al pubblico ricordano velatamente lo stile di Christopher Nolan e avvicinano lo spettatore allo stato d’animo del protagonista.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy