Che Cinema al Maxxi

Dal 12 febbraio al 29 marzo tanti eventi e anteprime. Da "Il richiamo della foresta" ad "Apocalypse Now - Final Cut", senza dimenticare Carlo Verdone e Gabriele Muccino
11 Febbraio 2020
In evidenza
Che Cinema al Maxxi

“Questo è il settimo anno di collaborazione tra il MAXXI e la Fondazione Cinema per Roma, in un momento in cui è molto difficile far dialogare istituzioni diverse. La nostra scommessa è una ricerca a tutto campo sui linguaggi della contemporaneità. Vogliamo mescolare diversi tipi di pubblico, portando quello della Festa al MAXXI e viceversa”, spiega Giovanna Melandri, alla guida del MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo. Dal 12 febbraio parte la nuova edizione di Cinema al MAXXI, che si chiuderà il 29 marzo. Tante le iniziative, da Apocalypse Now – Final Cut a Il richiamo della foresta.

Laura Delli Colli, che presiede la Fondazione Cinema per Roma, afferma: “Sono stati anni di contaminazioni e progetti anche azzardati. Dietro a tutto questo c’è un importante lavoro di gruppo, di squadra. Abbiamo molte anteprime, vogliamo attirare anche i bambini. Ci saranno incontri popolari, come quelli con Muccino e Verdone. La scommessa sono i Video Essay”.

Il programma è a cura di Mario Sesti. “L’idea fondamentale è proporre qualcosa che in giro non si trova, mischiando i gusti, lavorando per lo spettatore metropolitano. Portiamo i documentari in un museo d’arte contemporanea. I Video Essay sono un nuovo modo di fare critica cinematografica. Sono quasi un’avanguardia, una fuga in avanti, a cui abbiamo deciso di dare risalto. Poi amiamo molto conversare e condividere emozioni con attori, registi. E questo avviene attraverso il format dei talk. Ci sarà anche un omaggio alla Cineteca di Bologna, e una certa attenzione al cinema per famiglie”.

Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, direttori artistici di Alice nella Città, spiegano: “Il nostro obiettivo è rappresentare tutte le età dell’infanzia, introducendo anche tematiche complesse. Mescoliamo piccoli budget a grossi titoli, come Il richiamo della foresta. A leggere un testo tratto dal romanzo di Jack London sarà Elisa del Genio, che abbiamo visto ne L’amica geniale. Abbiamo restaurato anche La freccia azzurra, in sala dal 19 marzo”.

Ecco il programma:

 

EXTRA DOC FESTIVAL

Un concorso di dieci documentari selezionati tra anteprime e opere che si sono messe in luce nei principali festival

Dopo il successo delle prime due edizioni, torna Extra Doc Festival, il concorso che mappa e intercetta le migliori espressioni del cinema del reale. Cinque appuntamenti per dieci documentari in gara: le opere saranno giudicate da una giuria presieduta dal regista e sceneggiatore Daniele Luchetti affiancato dal giornalista Pedro Armocida, dalla docente di Storia dell’architettura contemporanea Antonella Greco, dal critico Raffaele Meale, dalla presidente della Fondazione MAXXI Giovanna Melandri e dall’artista e performer Nico Vascellari. Due i riconoscimenti che saranno assegnati: al “Miglior documentario italiano dell’anno” e il Premio “Extra Doc CityFest” al miglior inedito. Al termine delle proiezioni, gli autori dialogheranno con il curatore di Extra Doc Festival, Mario Sesti. Una platea di circa trenta membri avrà invece il compito di scegliere i documentari che saranno successivamente distribuiti e promossi nelle Biblioteche di Roma.

Ogni mercoledì, il programma ospiterà due documentari, il primo alle ore 19, il secondo in anteprima alle ore 21. Si inizierà con La scomparsa di mia madre di Beniamino Barrese, presentato al Sundance lo scorso anno, originale e anomala riflessione sul complicato rapporto madre e figlio, protagonista Benedetta Barzini. A seguire Alberto Sordi, un italiano come noi di Silvio Governi, viaggio nella vita del grande attore e regista romano realizzato in occasione del centenario della sua nascita.

La settimana successiva sarà la volta di Entierro di Maura Morales Bergmann, alla ricerca delle proprie origini culturali e famigliari nel ritratto della zia, la pittrice Carmengloria Morales, nata nel 1943 a Santiago del Cile e trasferitasi in Italia nel 1953. Seguirà Sulle tracce di Maria Lai di Maddalena Bregani che ricostruisce, con cura e sensualità tattile e ottica, il percorso e il lascito di una figura unica di donna e artista.

Il terzo appuntamento si aprirà con Boia, maschere e segreti: l’horror italiano degli anni sessanta di Steve Della Casa che esplora, grazie al contributo di alcuni maestri del cinema e una superba compilation di scene restaurate, l’originale apporto nostrano al genere horror. Rebibbia Matera – Come un respiro di libertà: il viaggio di Tiziana Gagnor e Antonella Cristofaro vede protagoniste tredici studentesse e un musicista detenuti in un carcere romano che intraprendono un viaggio immaginario verso una località a loro sconosciuta: Matera, Capitale Europea della Cultura.

La quarta settimana di programmazione ospiterà Normal di Adele Tulli, sulla sorprendente convenzionalità delle norme di genere, e House of Tears di Antonio Nardone che mostra, tra documentario e videoarte, un mondo dove dolore, sogno e bellezza si intrecciano a vicenda.

Extra Doc Festival si chiuderà con Turi Ferro – L’ultimo Prospero di Daniele Gonciaruk, presentato alla Festa del Cinema, sulla vita, l’arte e i segreti di uno dei più grandi interpreti che il teatro e il cinema italiano abbiano mai avuto. Seguirà Due scatole dimenticate. Viaggio in Vietnam di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli, un reportage della regista e del marito Lino del Fra sui tre mesi vissuti nel Vietnam del Nord in guerra con gli Stati Uniti. Il documentario sarà preceduto dal cortometraggio, fuori concorso, Abbassa l’Italia di Giuseppe Cacace e Alfredo Fiorillo.

 

Mercoledì 12 febbraio

– ore 19 LA SCOMPARSA DI MIA MADRE

di Beniamino Barrese, Italia, 2019, 94’

 

– ore 21 anteprima mondiale

ALBERTO SORDI, UN ITALIANO COME NOI

di Silvio Governi, Italia, 2020, 86’

 

Mercoledì 19 febbraio

– ore 19 ENTIERRO

di Maura Morales Bergmann, Italia, Cile, 2019, 70’

 

– ore 21 anteprima mondiale

SULLE TRACCE DI MARIA LAI

di Maddalena Bregani, Italia, 2019, 56’

Consulenza scientifica: Davide Mariani

 

Mercoledì 26 febbraio

– ore 19 BOIA, MASCHERE E SEGRETI: L’HORROR ITALIANO DEGLI ANNI SESSANTA

di Steve Della Casa, Italia, 2019, 75’

 

– ore 21 anteprima mondiale

REBIBBIA MATERA – COME UN RESPIRO DI LIBERTÀ: IL VIAGGIO

di Tiziana Gagnor, Antonella Cristofaro, Italia, 2019, 67’

 

Mercoledì 4 marzo

ore 19 NORMAL

di Adele Tulli, Italia, Svezia, 2019, 70’

 

ore 21 anteprima mondiale

HOUSE OF TEARS

di Antonio Nardone, Italia, 2019, 75’

 

Mercoledì 11 marzo

ore 19 TURI FERRO – L’ULTIMO PROSPERO

di Daniele Gonciaruk, Italia, 2019, 84’

 

ore 21 anteprima mondiale

DUE SCATOLE DIMENTICATE. VIAGGIO IN VIETNAM

di Cecilia Mangini, Paolo Pisanelli, Italia, 2019, 60’

 

Domenica 22 marzo – Ingresso gratuito

– ore 17.30 PREMIAZIONE EXTRA DOC FESTIVAL

 

EXTRA SPECIALE E INCONTRI

I film in anteprima e le conversazioni con i protagonisti del cinema italiano

In anteprima, a ingresso gratuito, sarà presentato Doppio sospetto di Olivier Masset-Depasse, thriller psicologico presentato nei principali festival internazionali che omaggia il cinema di Alfred Hitchcock e David Lynch. In occasione dell’uscita dei loro nuovi lavori, la settima edizione di Cinema al MAXXI ospiterà gli incontri con Gabriele Muccino, autore de Gli anni più belli, e con Carlo Verdone, regista e attore di Si vive una volta sola. Fra gli altri appuntamenti in programma, il Duetto dedicato al noir, protagonisti gli scrittori e sceneggiatori Giancarlo De Cataldo e Maurizio De Giovanni, e il Duetto con due interpreti del nostro cinema che hanno praticato con successo l’arte della scrittura: Chiara Francini e Francesca D’Aloja.

 

 

Sabato 22 febbraio

– ore 18 INCONTRO CON GABRIELE MUCCINO

 

Sabato 22 febbraio – Ingresso gratuito

– ore 21 DOPPIO SOSPETTO (Duelles)

di Olivier Masset-Depasse, Francia, Belgio, 2018, 97’

Con Jules Lefebvres, Luan Adam

 

Mercoledì 18 marzo

– ore 20 INCONTRO CON CARLO VERDONE

Sabato 21 marzo

– ore 18 Duetto: Effetto Noir

INCONTRO CON GIANCARLO DE CATALDO E MAURIZIO DE GIOVANNI

 

Domenica 22 marzo

– ore 17.30 (dopo la premiazione di Extra Doc Festival)

Duetto: attrici / scrittrici

INCONTRO CON CHIARA FRANCINI E FRANCESCA D’ALOJA

 

 

RICERCA, CONSERVAZIONE, RESTAURO: LA CINETECA DI BOLOGNA

L’omaggio di Cinema al MAXXI a una delle istituzioni d’archivio, preservazione e promozione del cinema più autorevoli del mondo

La sezione si aprirà con la proiezione di Apocalypse Now – Final Cut, nuova versione del capolavoro di Francis Ford Coppola, restaurato in 4K nel 2019 da American Zoetrope, in collaborazione con L’Immagine Ritrovata presso il laboratorio Roundabout a partire dal negativo camera originale. Fra le pellicole proposte in versione restaurata anche Strategia del ragno di Bernardo Bertolucci, dramma epico in bilico tra realtà e irrealtà, ispirato al racconto “Tema dell’eroe e del traditore” di Jorge Luis Borges. Fra i film distribuiti in sala dalla Cineteca di Bologna, Cinema al MAXXI proporrà Ascensore per il patibolo di Louis Malle con la magistrale partitura jazz composta da Miles Davis (restaurato da Gaumont), Visages Villages di Agnès Varda e JR, omaggio alla prima regista donna a ricevere un Oscar® alla carriera, e I due papi, protagonisti Anthony Hopkins e Jonathan Pryce, chiamati a impersonare papa Benedetto XVI e il cardinale Bergoglio, futuro papa Francesco.

 

 

Domenica 16 febbraio

– ore 17 APOCALYPSE NOW – FINAL CUT

di Francis Ford Coppola, Stati Uniti, 2019, 183’

Con Marlon Brando, Martin Sheen, Robert Duvall

 

Sabato 29 febbraio

– ore 18 VISAGES VILLAGES

di Agnès Varda, JR, Francia, 2017, 93’

 

– ore 21 I DUE PAPI (The Two Popes)

di Fernando Meirelles, Stati Uniti, Gran Bretagna, Italia, Argentina, 2019, 125’

Con Jonathan Pryce, Anthony Hopkins

Sabato 7 marzo

– ore 21 ASCENSORE PER IL PATIBOLO (Ascenseur pour l’échafaud)

di Louis Malle, Francia, 1958, 92’

Con Jeanne Moreau, Maurice Ronet, Lino Ventura

 

Sabato 28 marzo

– ore 18 STRATEGIA DEL RAGNO

di Bernardo Bertolucci, Italia, 1970, 110’

Con Alida Valli, Giulio Brogi

Restaurato da Fondazione Cineteca di Bologna e Massimo Sordella in collaborazione con Compass Film

 

VIDEO ESSAY FILM FESTIVAL

Il primo festival dedicato a uno dei generi on line più frequentati e innovativi

Realizzato in collaborazione con il professor Andrea Minuz e con il Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo della Sapienza Università di Roma, il Video Essay Film Festival sarà rivolto a tutti gli studenti universitari delle accademie e delle scuole di cinema nazionali e internazionali. I partecipanti potranno proporre un saggio critico (su un autore, un tema, un genere) approfondendo tematiche legate al cinema e alla serialità televisiva contemporanea, focalizzando l’attenzione sul rapporto tra i media e le arti, ma anche scegliendo forme più ludico-sperimentali come re-cut trailer, sweded trailer e mash up. Il prodotto audiovisivo non dovrà comunque superare il limite massimo di quindici minuti, titoli di testa e di coda inclusi. Il materiale inviato sarà valutato da una giuria presieduta da Laura Delli Colli, presidente della Fondazione Cinema per Roma, affiancata dal direttore della Casa del Cinema Giorgio Gosetti, dalla presidente della Fondazione MAXXI Giovanna Melandri e dalla produttrice Camilla Nesbitt. Gli autori dei cinque video essay selezionati riceveranno in omaggio l’accredito della prossima edizione della Festa del Cinema di Roma, mentre il vincitore avrà in aggiunta l’abbonamento annuale per il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo. La premiazione si terrà mercoledì 25 marzo alle ore 20. Per leggere il regolamento e partecipare al concorso: https://my.romacinemafest.org/it/submissiondoc/. I materiali dovranno essere caricati entro e non oltre lunedì 9 marzo.

EVENTI SPECIALI

Due diversi appuntamenti per uno sguardo privilegiato sulla storia e la società dello scorso secolo

Allo scoppio della Prima guerra mondiale molte donne si misero al servizio del Paese e il loro impegno consentì allo Stato di affrontare un periodo di grandissima difficoltà: La lunga marcia di Piero Badaloni sviluppa un’appassionante storia a partire questo primo importante momento di emancipazione. Incitement di Yaron Zilberman è un thriller psicologico che porta sul grande schermo un clamoroso fatto di cronaca, l’assassinio di Yitzhak Rabin, raccontato per la prima volta attraverso un’accurata ricostruzione della personalità e della biografia dell’omicida.

 

 

Sabato 7 marzo

– ore 18 LA LUNGA MARCIA

di Piero Badaloni, Italia, 2019, 52’

 

Giovedì 12 marzo

– ore 21 INCITEMENT

di Yaron Zilberman, Israele, 2019, 123’

Con Yehuda Nahari Halevi, Amitay Yaish Ben Ousilio

 

ALICE FAMILY

Un programma di sei film adatti a tutta la famiglia, dai classici moderni all’animazione d’autore

Da anni Alice Family è un appuntamento fisso nel calendario di Cinema al MAXXI. Per sei appuntamenti il programma punterà sulla scoperta dei classici moderni che esplorano generi e temi cari al pubblico di tutte le età. La rassegna sarà inaugurata dal film in anteprima Il Richiamo della Foresta di Chris Sanders, adattamento dell’omonimo classico letterario di Jack London, proseguendo poi come di consueto con un percorso volto alla scoperta dei classici moderni dedicati ai più piccoli tra grande animazione e film del reale. In occasione dei cento anni dalla nascita di Gianni Rodari, verrà proiettata la versione restaurata con risoluzione 2K realizzata da Alice nella città de La freccia Azzurra diretto da Enzo D’Alò e liberamente tratto dal racconto del 1954 dello stesso Rodari. Il programma ospiterà inoltre: Quando eravamo fratelli di Jeremiah Zagar, un ritratto immersivo nella vita di una famiglia e del rapporto tra fratelli; La fattoria dei nostri sogni di John Chester, basato sulla storia vera di una coppia in fuga dalla città per realizzare il sogno di una vita; due film di animazione come Steamboy, del maestro giapponese Katsuhiro Ōtomo, e La famosa invasione degli orsi in Sicilia di Lorenzo Mattotti, basato sull’omonimo romanzo di Dino Buzzati. Info su www.alicenellacitta.com.

 

 

Sabato 15 febbraio

– ore 16.30 IL RICHIAMO DELLA FORESTA (The Call of the Wild)

di Chris Sanders, Stati Uniti, 2020, 105’

Con Harrison Ford, Dan Stevens, Colin Woodell, Omar Sy, Terry Notary, Alex Solowitz

Ingresso su inviti o prenotazione attraverso il sito www.alicenellacitta.com

 

Domenica 23 febbraio

– ore 16 QUANDO ERAVAMO FRATELLI (We the Animals)

di Jeremiah Zagar, Stati Uniti, 2018, 94’

Con Evan Rosado, Isaiah Kristian, Josiah Gabriel, Raúl Castillo

 

Domenica 1 marzo

– ore 16 STEAMBOY

di Katsuhiro Ōtomo, Giappone, 2004, 126’

Voci di: Anne Suzuki, Masane Tsukayama, Katsuo Nakamura

Domenica 8 Marzo

– ore 16 LA FAMOSA INVASIONE DEGLI ORSI IN SICILIA

(La Fameuse invasion des ours en Sicile)

di Lorenzo Mattotti, Francia, Italia, 2019, 82’

Voci di: Toni Servillo, Antonio Albanese, Linda Caridi, Maurizio Lombardi, Corrado Invernizzi, Alberto Boubakar Malanchino, Beppe Chierici, Roberto Ciufoli, Nicola Rignanese, Corrado Guzzanti

 

Domenica 15 marzo

– ore 16 LA FRECCIA AZZURRA

di Enzo D’Alò, Italia, 1996, 93’

Voci di: Dario Fo, Lella Costa

 

Domenica 29 marzo

– ore 16 LA FATTORIA DEI NOSTRI SOGNI

(The Biggest Little Farm)

di John Chester, Stati Uniti, 2018, 91’

Con John Chester, Molly Chester

 

 

 

PROGETTO EDUCATIONAL: EXTRA DOC TO SCHOOL

Extra Doc to School è un progetto di Fondazione Cinema per Roma e Alice nella città che intende arricchire la collaborazione con le scuole ed il percorso con il MAXXI e promuovere il documentario fra le giovani generazioni, proponendo agli studenti delle scuole superiori una serie di iniziative per avvicinarsi al cinema del reale. I ragazzi potranno, da una parte, essere membri della platea competente di Extra Doc Festival – partecipando quindi in prima persona alle proiezioni, ai dibattiti e alle premiazioni del concorso di documentari organizzato nell’ambito di Cinema al MAXXI – dall’altra approfondire le tematiche dei documentari proposti: le schede didattiche delle opere di Extra Doc Festival realizzate dalla Fondazione Cinema per Roma, saranno infatti messe a disposizione sulla piattaforma “Scelte di classe” fornita da Alice nella città, corredate da percorsi di visioni e bibliografie ragionate. Le opere saranno, infine, riproposte a una platea più ampia di ragazzi all’interno di una minirassegna che avrà luogo nei prossimi mesi tra le scuole che parteciperanno al percorso di “Scelte di classe” nelle scuole. Uno degli obiettivi più importanti di Extra Doc to School è quello di mettere a disposizione di chiunque, e in particolare delle generazioni studentesche, delle opportunità di alfabetizzazione rispetto al linguaggio delle immagini e dei suoni (cinema, audiovisivi, internet culture) per i quali, allo stato attuale, non esistono specifici spazi di insegnamento. Queste le schede didattiche delle opere di Extra Doc Festival messe a disposizione sulla piattaforma “Scelte di classe”: La scomparsa di mia madre di Beniamino Barrese, Alberto Sordi, un italiano come noi di Silvio Governi, Boia, maschere e segreti: l’horror italiano degli anni sessanta di Steve Della Casa, Normal di Adele Tulli, One More Jump di Emanuele Gerosa, Marco Polo di Duccio Chiarini, Le metamorfosi di Giuseppe Carrieri, This Is Not Cricket di Jacopo De Bertoldi.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy