Cannes 2020, il 3 giugno la line-up

In un'intervista all'Hollywood Reporter, il direttore Thierry Freamux ha annunciato "una selezione ufficiale per portare i film che abbiamo visto e amato nei cinema e nei festival"
28 Maggio 2020
Festival, In evidenza
Cannes 2020, il 3 giugno la line-up
73rd Festival de Cannes © Antonin Thuillier © / AFP

In un’intervista a The Hollywood Reporter, il direttore del Festival di Cannes Thierry Frémaux ha annunciato che mercoledì 3 giugno alle ore 18 presenterà la line-up dell’edizione 2020. Si tratterà di una selezione di titoli che non saranno proiettati a Cannes ma nell’ambito di altri festival internazionali.

In seguito all’annullamento dell'”evento fisico” dovuto alla pandemia di Covid-19, che si sarebbe dovuto svolgere questo mese, Fremaux ha deciso di selezionare tra i cinquanta e i sessanta titoli sotto l’etichetta di Cannes 2020, promuovendone la proiezione durante altre manifestazioni nel corso dell’anno. Non è prevista, naturalmente, alcuna competizione.

 

Non è chiaro quali siano queste rassegne: a oggi è nota solo una collaborazione con la Mostra di Venezia, ma non si conoscono ulteriori dettagli. “Toronto, San Sebastian, Busan, Morelia, New York, Los Angeles, Mar del Plata e festival francesi come Deauville e Angoulême ci hanno prestato il loro sostegno” ha rivelato Freamux.

Tra i film che probabilmente faranno parte del mazzo ci sono The French Dispatch di Wes Anderson, Memoria di Apichatpong Weerasethakul, Comes Morning di Naomi Kawase e Antoher Round di Thomas Vinterberg. Esclusione certa per Benedetta di Paul Verhoeven, slittato all’anno prossimo e papabile per l’edizione di Cannes 2021.

Thierry Fremaux – foto Karen Di Paola

Nelle intenzioni di Fremaux, la scelta di usare il marchio Cannes per questi titoli (spesso dell’area arthouse) dovrebbe aiutare i distributori a promuovere i film nel mercato internazionale. Il direttore si fa forte dell’esempio di Parasite, lanciato proprio dalla Palma d’Oro: un successo globale coronato con la vittoria di quattro Oscar.

“Non appena abbiamo capito che la crisi era destinata a durare, ci siamo concentrati su ciò che doveva succedere dopo” ha dichiarato Freamux all’Hollywood Reporter. “Abbiamo dovuto immaginare l’organizzazione del festival in modo diverso: una selezione ufficiale del 2020 per portare i film che abbiamo visto e amato nei cinema e nei festival. L’anno non è ancora finito, alcuni film sono rimasti in corsa e usciranno come previsto. Vogliamo supportarli e garantire che l’etichetta di Cannes possa riaccendere il settore”.

Confermato il Marché du Film, che si svolgerà online dal 22 giugno al 26 giugno.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy