Women Make Film: A New Road Movie Through Cinema

GRAN BRETAGNA - 2018
Women Make Film: A New Road Movie Through Cinema
Realizzato nel corso di molti anni, questo coraggioso seguito di The Story of Film di Mark Cousins usa centinaia di spezzoni per mostrare come vengono realizzati i film. Diviso in quaranta capitoli, il film si interroga su come si gira una grande sequenza di apertura, come si inquadra un'immagine, come si presenta un personaggio, come si gira una scena di sesso, di ballo e di morte, come sono rappresentati al cinema lavoro e amore, e come funzionano la commedia, il melodramma e la fantascienza. Singolarmente, le risposte a queste domande arrivano solo attraverso spezzoni di film diretti da donne. Ci sono le registe più famose, ma anche moltissime donne dimenticate, di tutti i periodi della storia del cinema e di tutti i continenti.
Women Making Film ricorda e svela l'arte e l'artigianato del cinema ed è anche un atto di j'accuse verso la storia del cinema.
  • Durata: 240'
  • Colore: C
  • Genere: DOCUMENTARIO
  • Produzione: JOHN ARCHER PER DOGWOOF DIGITAL, HOPSCOTCH FILMS

NOTE

- PRODUTTORE ESECUTIVO: TILDA SWINTON.

- IN CONCORSO ALLA 75. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2018), NELLA SEZIONE 'VENEZIA CLASSICI-DOCUMENTARI'.

CRITICA

"(...) un'opera monumentale e unica nel suo genere: un doc di 16 ore dedicato alla storia della settima arte fatta dalle donne, 'Women Make Film'. Prima sorpresa: a idearlo, scriverlo e dirigerlo è un uomo, il britannico Mark Cousins che già ha in curriculum l'inarrivabile 'The Story of Film: An Odissey' (2011) di altrettante ore. Seconda sorpresa: la prima parte (4 ore) del documentario 'monstre' (che è un 'work in progress') è nel programma della 75esima Mostra veneziana, sì proprio quella del 'maschilista' Alberto Barbera. Un gioiello - anche dal punto di vista concettuale - di cui quasi nessuno ha finora parlato e del quale tutte le associazioni femminili presenti al Lido (Dissenso Comune e Women in Film) devono andare fiere, perché la loro storia sta per essere rivisitata, rievocata e celebrata. (...) Entrando nel 'vivo' dell'epico progetto, prodotto dal coraggioso John Archer, va detto che nel ruolo di narratrice 'troneggia' non solo (...) Tilda Swinton (anche executive producer accanto a Clara Glynn) ma anche Jane Fonda: seguiranno altri nomi di celebri 'female cinema workers' che la produzione ancora non annuncia. La struttura del documentario dal sottotitolo 'A New Road Movie Through Cinema' è organizzata in 40 capitoli, ciascuno portatore di un titolo emblematico (nella sua sintesi fra il mondo del cinema e quello delle donne, un universo che lo stesso cineasta e storico/archivista ha definito come 'una rivelazione', non nascondendo egli stesso di sentirsi indignato dopo aver scoperto questi gioielli." (Anna M. Pasetti, 'Il Fatto Quotidiano', 30 agosto 2018)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy