UOMINI E NO

ITALIA - 1980
Milano, inverno 1944. Guidati dallo spietato Cane Nero, i fascisti compiono rastrellamenti ed eccidi, quasi tentando di tenere lontana la incombente sconfitta. Il C.N.L. continua ad agire e si avvale di uomini nascosti ovunque e pronti a colpire. Tra questi c'è Enne Due, uno scrittore, ora con i compiti di comandante. Un giorno, casualmente, N2 incontra Berta, la ragazza siciliana di cui era innamorato e della quale ha perso le tracce quando, arrestato, è finito in prigione per 3 anni e non ha fatto più sapere nulla di sé. Berta, per quanto innamorata, dichiara a N2 che è sposata da un anno e che non vuole abbandonare il marito senza dargli delle spiegazioni. N2 nella nuova situazione trova motivo di crisi globale della quale si avvedono Lorena, la donna che funge da collegamento, e altri compagni. Ciò nonostante, N2 prende parte ad azioni che provocano le pesanti reazioni di Cane Nero, tra l'altro ferito in un attentato. 30 ostaggi vengono fucilati nella notte. N2, ormai individuato, viene braccato. Il C.N.L. decide di far riparare a Torino l'importante personaggio; ma N2, sicuro che Berta lo stia per raggiungere, attende nella propria soffitta anche quando un coinquilino gli fa sapere che un negoziante del posto ha incautamente svelato la sua presenza ai fascisti. Quando Berta raggiunge lo stabile, questi è interamente circondato e N2, con la scusa di consegnarsi a Cane Nero, si precipita dalla finestra carico di dinamite uccidendo se stesso e il nemico.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy