Un uomo a nudo

The Swimmer

USA - 1968
Un uomo a nudo
In un caldo pomeriggio d'estate, Ned Merril, di ritorno da una lunga assenza, decide di raggiungere la propria casa, in cui ha lasciato la moglie e due figlie, passando di piscina in piscina attraverso le ville disseminate fra il verde. In esse abitano tutti coloro che lo hanno conosciuto e il suo è una specie di itinerario sentimentale. Il viaggio ha inizio nella villa di alcuni amici, che lo festeggiano e gli ricordano i suoi successi con le donne. La vecchia signora Hammer, invece, dimostra di non gradire la sua presenza e gli rimprovera di aver tradito l'amicizia del figlio. Passando ad altra villa, e ad altra piscina, Ned ritrova la bella Judianne Hooper, già governante in casa sua, che gli confessa di essere stata, a suo tempo, molto innamorata di lui. I coniugi Hollorans, invece, fanatici ma dignitosi nudisti, si ricordano di lui come di un eterno squattrinato e temono che egli sia venuto da loro a chiedere soldi. La sua presenza è sgradita anche in casa dei coniugi Biswanger, che hanno un ricevimento e non tollerano di vederlo circolare in costume da bagno in mezzo a tanti abiti da sera. E' poi la volta di Sherley Abbott, un'attrice di cui era stato l'amante, che gli rivela brutalmente di non avergli mai voluto bene. Avviandosi al termine del viaggio, Ned raggiunge una piscina pubblica, ma non riceve dai presenti altro che umiliazioni e rimproveri. Sotto un improvviso temporale, giunge finalmente alle soglie della sua casa.
  • Altri titoli:
    Der Schwimmer
    El Nadador
  • Durata: 94'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM (1:1.85) - TECHNICOLOR
  • Tratto da: racconti brevi di John Cheever
  • Produzione: ROGER LEWIS E FRANK PERRY PER COLUMBIA PICTURES CORPORATION, HORIZON PICTURES
  • Distribuzione: CEIAD

CRITICA

"Nonostante una certa ricerca estetizzante, il preziosismo di alcune riprese e un facile simbolismo, si tratta di un'opera per lo meno singolare, in cui predomina il ritratto psicologico, sullo sfondo di un ambiente di ricchi rappresentato in modo impietoso. Eccellente l'interpretazione del protagonista." ('Segnalazioni Cinematografiche', vol. 65, 1968)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy