TROPPO RISCHIO PER UN UOMO SOLO

ITALIA - 1973
TROPPO RISCHIO PER UN UOMO SOLO
L'argentino Rudy Patti, campione di "formula 1", viene arrestato da Scotland Yard perché sospettato d'aver ucciso la sua amante, Nina. Poiché la sera in cui fu commesso il delitto egli era ubriaco, Rudy non è in grado di difendersi e finisce in prigione. Essendo intanto scomparsa la sua auto e una valigia con 500.000 sterline di eroina - ve l'aveva depositata Nina collegata ad una gang di spacciatori - il loro capo Browner fa evadere Rudy (che non sa nulla della droga) convinto che egli li condurrà sulla traccia della valigia stessa. Incalzato dalla polizia, che lo vuole riacciuffare e dagli uomini di Browner Rudy - con l'aiuto di Piero un suo amico meccanico, il quale, recuperata la macchina che era stata rimossa dai vigili urbani perché male parcheggiata, si ritrova la valigia - riesce a dimostrare la propria innocenza per quanto riguarda l'uccisione di Nina e far arrestare Browner, che ne è il vero responsabile, sia per questo delitto, che per il traffico di stupefacenti.
  • Durata: 110'
  • Colore: C
  • Genere: GIALLO
  • Specifiche tecniche: TECHNISCOPE TECHNICOLOR
  • Produzione: PUGLIESE ERCOLI
  • Distribuzione: CINERIZ - DOMOVIDEO
  • Vietato 14

CRITICA

Il film è un impasto commerciale, che in un contesto londinese ove non si disdegna la parlata romanesca, allo schema del giallo unisce tipi alla 007 con movenze da cow-boy all'italiana, all'intrigo e all'azione fa subentrare scene amorose, dalle corse automobilistiche in pista passa a quelle acrobatiche per stradine e campi. Malgrado l'ambientazione esotica, i movimentati inseguimenti, le tortuosità dell'intreccio, la vicenda - in cui si fa largo uso di violenza e pimenti erotici - non esce dai limiti della mediocrità. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy