Tristana

SPAGNA - 1970
Tristana
Rimasta orfana, la giovane Tristana viene affidata a un anziano tutore, Don Lope, un individuo spiantato e libertino, nemico dei preti e del matrimonio, difensore dei deboli e arbitro di questioni cavalleresche che dal ruolo di padre putativo passa ben presto a quello di seduttore e amante della ragazza. Dapprima Tristana accetta la situazione poi, quando incontra Orazio, un pittore, va via con lui piantando in asso don Lope. Questi è amareggiato, ma è convinto che prima o poi la ragazza tornerà da lui. Infatti, due anni dopo Tristana torna da lui e gli chiede di sposarla. Nel frattempo, una delle sue gambe è stata colpita da una grave infezione e i dottori sono stati costretti a amputargliela. Il vecchio seduttore diventa così suo marito, ma il dolore e la menomazione hanno trasformato Tristana in una donna senza cuore: quello che vuole sono soltanto i beni che don Lope ha ereditato da sua sorella e sta soltanto aspettando di vederlo morire...
  • Durata: 99'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: 35 MM, PANORAMICA, EASTMANCOLOR
  • Tratto da: romanzo omonimo di Benito Pérez Galdós
  • Produzione: LUIS BUÑUEL E ROBERT DORFMANN PER ÉPOCA FILMS, TALÍA FILMS, SELENIA CINEMATOGRAFICA, LES FILMS CORONA
  • Distribuzione: DEAR - DOMOVIDEO
  • Vietato 14

NOTE

- CANDIDATO ALL'OSCAR 1971 COME MIGLIOR FILM STRANIERO.

CRITICA

"Realistica nella struttura e nello svolgimento la storia sembra riproporre l'ambiguità e il simbolisno caratteristici dell'autore soprattutto all'interno dei personaggi, nel gioco del loro rapporto di amore-odio. L'opera appare, in complesso, di incerta sostanza, e qua e là viziata da concessioni commerciali." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 62, 1970)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy