Romantici equivoci

Picture Perfect

USA - 1997
Romantici equivoci
Nell'orticello dell'agenzia pubblicitaria in cui lavora, Kate coltiva due interessi: fare carriera e sedurre l'affascinante Sam, Casanova che ha la simpatica ossessione di insidiare donne già sentimentalmente impegnate. Poiché l'ambiziosa Kate non è impegnata in alcun legame affettivo stabile, eccola inventarsene uno con tale Nick che ha incontrato ad un matrimonio. Ottenuto il proprio scopo con Sam, ecco che il capo dell'agenzia, in procinto di concederle la sospirata promozione, chiede di conoscere lo "pseudofidanzato" Nick.

TRAMA LUNGA
Kate, brillante pubblicitaria in un'agenzia di New York, non riesce, per motivi a lei incomprensibili, ad avere un avanzamento di carriera. Mentre la madre insiste per vederla sistemata, Kate mette gli occhi sul collega Sam, che però è interessato solo alle donne già impegnate. Mentre Kate cerca una soluzione per soddisfare le esigenze del suo capo e i propri sogni romantici, la sua amica e collega Darcy decide di inventare per lei un fidanzato fittizio, un certo Nick, che Kate ha incontrato una volta sola ad un matrimonio. Kate accetta di stare al gioco e, incredibilmente, in breve tempo ottiene la promozione e l'attenzione da parte di Sam. Quando le circostanze obbligano Kate a presentare il suo 'fidanzato', lei allora va a Boston, dove lui vive, insieme fanno un corso veloce di conoscenza reciproca e mettono a punto un piano che prevede la loro separazione durante una cena di lavoro. Nick però si innamora subito di Kate ed è molto abbattuto quando deve tornarsene a casa. E' ormai rassegnato a tornare alla vita di prima, quando Kate all'improvviso lo raggiunge: ha capito che all'agenzia il suo lavoro è riconosciuto solo se è 'confezionato' con una vita privata di loro gradimento e ha scelto di rinunciare alla presentazione di una mega campagna in occasione del Super Ball.
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: ROMANTICO
  • Produzione: ERWIN STOFF PER 20TH CENTURY FOX, 3 ARTS ENTERTAINMENT
  • Distribuzione: FOX

NOTE

- METRI 2730

CRITICA

'La regia la firma (insieme con la sceneggiatura) un autore televisivo di una certa fama, Glenn Gordon Caron, noto anche al cinema per il terzo rifacimento di un melodramma anni Trenta, 'Un grande amore', interpretato questa volta da Warren Beatty e Annette Bening ('Love Affair - Un grande amore'). Il suo modello è stato, con una certa evidenza, 'Harry, ti presento Sally' di Rob Reiner, ma anche se non arriva alle stesse finezze e qua e là è un po' dolciastro, conduce avanti con brio il giochetto degli equivoci. Qua disegnando con attenzione i caratteri, là, con trovate allegre, mescolando agli imbarazzi e ai contrattempi in cui quasi tutti i personaggi finiscono coinvolti anche delle osservazioni non superficiali sulle crisi psicologiche e sentimentali di una certa borghesia di New York pronta spesso a lasciarsi sopraffare dalle nevrosi di moda. Gli interpreti hanno spesso l'aria di andare un po' per conto loro, senza una vera guida, ma, in mezzo, va soprattutto segnalato Kevin Bacon. Il suo playboy ha umori e sapori pronti a lasciare un segno.' (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 21 giugno 1998)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy