RATATAPLAN

ITALIA - 1979
Neolaureato, l'ingegnere Colombo si presenta ad un concorso dove, essendo l'unico che ha realizzato un test valido, non viene assunto. Allora si dà da fare come inserviente barista e attraversa l'intera città di Milano per portare un bicchiere d'acqua al moribondo presidente di una assemblea industriale. L'acqua, corrotta per cento avventure, diviene miracolosa e, di conseguenza, al bar accorrono impediti di ogni genere che guariscono. Altri rubano l'invenzione e ne sfruttano il successo. Colombo organizza una cooperativa teatrale - Quelli di Grock - con i tanti disoccupati della decrepita casa proletaria in cui abita. In un cascinale da "Albero degli zoccoli", il Magic Show della compagnia non soddisfa e tutti sono costretti a fuggire inseguiti dai villici rabbiosi. L'ingegnere, allora, comincia a pensare alla ragazza più bella del palazzo che, tuttavia, non lo prende in considerazione. Creato un Robot con le proprie sembianze, Colombo lo dirige in maniera da farlo ballare con "la Bella" alla moda di un irresistibile Travolta. Tutto fila bene sino a che un elemento del complicato sistema elettronico non si inceppa e il Robot si ubriaca volgarmente. Allora Colombo accetta l'invito della "Bruttina" e con lei si reca a fare allegre pazzie in un variopinto deposito di stracci.
  • Durata: 95'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, GROTTESCO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICO, EASTMANCOLOR, 35 MM
  • Produzione: FRANCO CRISTALDI E NICOLA CARRARO PER VIDES CINEMATOGRAFICA
  • Distribuzione: CINERIZ - RICORDI VIDEO, VIVIVIDEO

NOTE

- IL ROBOT E' VESTITO DA GIANFRANCO BASILE.

- TITOLI ANIMATI: GUIDO MANULI.

- IL FILM E' STATO PRESENTATO AL FESTIVAL DI VENEZIA DEL 1979.

CRITICA

"Manca una vera e propria storia: è un susseguirsi di episodi, concatenati l'uno allìaltro come i tasselli di un puzzle, in una Milano alienata e alienante, simbolo delkla difficoltà della difficoltà della vita di ogni giorno alle soglie dei difficili anni '80, un tempo di angustie e paure che il folletto Nichetti 'dissacra' allegramente con l'imperturbabilità della marionetta muta lla quale affida le sue fortune di attore. (Fernaldo Di Giammatteo, Nuovo Dizionario Universale del cinema - I film, Editori Riuniti, 1994).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy