NON CON UN BANG

ITALIA - 1999
NON CON UN BANG
La famiglia Settembre vive in un villetta alle pendici del Vesuvio. Cesare, uno dei figli, ha 26 anni e studia legge seguendo le orme del padre avvocato. Il giorno prima dell'ultimo esame viene colpito da uno strano malessere per cui si mette a letto, privo di forze. La malattia perdura per cui Antonio, un suo amico ricco di senso pratico, cerca di farlo studiare. Sua madre, piuttosto distratta, si prende cura nello stesso modo di lui e di una strana pianta nella camera dl figlio. Il padre, invece, è molto disturbato dallo stato confusionale del figlio. Poichè anche la sorella Paola continua a combinare guai, la famiglia spofonda nel caos che forse la malattia di Cesare ha solo messo in luce.
  • Durata: 142'
  • Colore: C
  • Genere: GROTTESCO
  • Specifiche tecniche: 35 MM. (1:1,85)
  • Produzione: GIANFRANCO ISERNIA E ROSA RUSSO PER IMBARCO PER CITERA
  • Distribuzione: THULE
  • Data uscita 25 Maggio 2001

NOTE

SEZIONE NUOVI TERRITORI - FESTIVAL DI VENEZIA 1999.

CRITICA

Dalle note di regia: "Il film è il percorso del protagonista per arrivare a se stesso, al proprio nucleo (esplosivo!?), paradossalmente legato a un'esperienza afasica, a una lenta emoraggia di ogni forza vitale, qualcosa che implode, che non si impone, ma che piano rivela la sua verità."

"Non con un bang (...) è sicuramente anomalo nel suo tentativo di realizzare una commedia grottesca che sfocia lentamente nell'horror." (Alberto Crespi, Cineforum 388)

"Debutto ambizioso di Mariano Lamberti. Ma 'Non con un bang' (titolo da Eliot) si perde fra fantasmi edipici e guizzi di rivolta impotente. E l'ennesimo Oblomov del giovane cinema italiano tocca troppi registri, magari con talento, per convincere". (Fabio Ferzetti, 'Il Messaggero', 25 maggio 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy